5 domande con risposte inaspettate

5 domande con risposte inaspettate 1-800x400
   
    

5 domande con risposte inaspettate BEST5.IT 2016-12-06 17:50:27
User Rating: 4.6 (5 votes)

Piero Angela scriveva in un suo libro che "Le risposte sono sempre limitate, provvisorie, insoddisfacenti. Le domande, invece, sono il vero motore dell'attività mentale: un uomo che non si pone domande, o che si contenta delle risposte, non va molto lontano".

Esistono innumerevoli domande sul mondo della scienza e della natura, alcune banali, altre più complicate. Ma esistono anche degli argomenti dove è impensabile porsi delle domande.
Oggi daremo delle spiegazioni scientifiche a 5 domande che, forse, non avete mai pensato potessero avere una risposta. Vediamole insieme.

LEGGI  5 oggetti che hanno fatto la storia del design

1. Può un uomo rimanere incinto?

5 domande con risposte inaspettate-uomo incinto-300x180

Be', vi sorprenderà, ma la risposta è sì, nel senso che un uomo è capace di portare al termine della gravidanza un ovulo già fecondato che venga impiantato nel corpo. Un ex ricercatore all'università di Oxford e scrittore scientifico, David Bodanis, scrisse che "un ovulo necessita di un tessuto caldo e umido cui attaccarsi, oltre ad un adeguato rifornimento di sangue. Si sono registrati casi di donne in cui l'ovulo già fecondato è sfuggito dalle tube di Falloppio, ha fatto il giro della cavità addominale e si è fissato nella parete pelvica. Nove mesi dopo, con un taglio cesareo, è venuto alla luce un bambino sano". E conclude Bodanis "Non c'è motivo per cui uno zigote, impiantato in modo adeguato e rifornito di ormoni, non possa crescere normalmente per nove mesi all'interno di un uomo". 

Ronald R. Magness, direttore della ricerca perinatale all'università di Wisconsin di Madison, spiega che subito dopo il concepimento le donne gravide non hanno bisogno delle ovaie per il progesterone in quanto prodotto dalla placenta umana. Tale ormone ha lo scopo principale di mantenere rilassati i muscoli uterini, funzione che non servirebbe a un uomo, notoriamente privo di utero. "L'impianto del prodotto del concepimento, altamente invasivo, potrebbe eseguirsi in organi come il cuscino adiposo del grande omento, la vescica, il peritoneo o forse la capsula renale. Con un trattamento esogeno a base di progesterone, la probabilità di successo dovrebbe aumentare in modo considerevole".

2. Una testa può sopravvivere senza corpo?

5 domande con risposte inaspettate-corpo senza testa-300x180

Hae Dong Jho, neurochirurgo dell'università di Pittsburgh risponde "Sì, la moderna medicina lo permette già". In effetti, è già stato fatto più o meno. Qualche decennio fa, un neurochirurgo russo asportò la testa a una scimmia e la riattaccò come seconda testa al collo di un'altra scimmia: funzionava come individuo indipendente parassita dell'altra scimmia. "Se la testa di un essere umano venisse mantenuta in vita da una macchina, si comporterebbe in modo molto simile alla seconda testa della scimmia".

Spiega il neurochirurgo James Holsapple, della State University di New York, "Il primo prerequisito sarebbe l'integrità delle vene e delle arterie per il riciclaggio del sangue che deve essere mantenuto ben ossigenato e rifornito di glucosio e di qualche centinaio di altri elementi essenziali. Non occorre nemmeno respirare. Il sangue può essere preso dalla testa, ossigenato e reintrodotto senza problematiche di risucchi, di passaggi d'aria dal naso eccetera. Via anche il problema del nutrimento!".

Per quanto fattibile da un punto di vista medico, continua Holsapple, "mi fa stare male il solo pensiero del paziente. Meglio, forse, mozzare la testa, tuffarla nell'azoto liquido a congelamento rapido e aspettare che tra 5.000 anni gli scienziati abbiano trovato un modo per risucchiare fuori la personalità e reintrodurla in qualcosa di più duraturo, come un clone o il cervello di un robot".

3. Quanto è possibile sopravvivere sepolti vivi?

5 domande con risposte inaspettate-sepolto vivo-300x180

Nei racconti dell'orrore capita spesso che individui sopravvivano per giorni in bare ermeticamente chiuse sotto un buon metro di terra. Fantasie, dice il dottor Jan Bondeson del College of Medicine all'università di Galles. La sepoltura di persone ancora vive era una morbosa curiosità del diciannovesimo secolo. Alcuni arrivavano a sostenere che almeno 10 inumazioni su 100 fossero premature. Descrizioni di "parti nella bara" venivano prese come prove inoppugnabili di morti raccapriccianti.

Ma in alcuni casi succedeva che i gas della putrefazione all'interno del cadavere esercitassero una pressione intraddominale sufficiente a espellere un feto non nato. In un articolo tedesco della metà del diciannovesimo secolo, si riferiva il caso di una donna gravida sotterrata 24 ore prima. "Il bambino non ancora nato era stato espulso dall'utero con una notevole forza".

Un fisiologo calcolò che un individuo realmente sepolto vivo, aveva aria sufficiente per non più di 60 minuti. Nel 1859 un certo dottor von Roser, volle verificare quel calcolo seppellendo ratti, topi e un grosso cane in una bara ermetica dotata di un coperchio di vetro. Un paio di roditori sopravvissero mangiando i compagni e riuscendo a rosicchiarsi una via di fuga. Il cane, però, dopo 2 ore stava già molto male e dopo 3 era morto. 

Dal momento che un cane occupa meno spazio, dice Bondeson, il buon dottor von Roser dovette convenire che 60 minuti per una persona fossero un dato corretto.

4. Qual'è il materiale più resistente creato da un animale?

5 domande con risposte inaspettate-ragnatela-300x180

Non ci crederete ma il materiale più resistente creato da un animale è la seta del ragno. Prima erano i bachi da seta a fornire il materiale per paracadute, pantaloni e simili. Studi recenti hanno dimostrato che la seta del rango è superiore, per esempio, nel respingere i proiettili.

Randy Lewis, biologo molecolare dell'università del Wyoming, afferma, "La seta da cavo da traino è il più robusto  materiale di produzione animale al mondo. Si intrecciano i fili dai quali i ragni pendono e che usano per la struttura esterna della ragnatela (quella interna è più elastica perché deve servire per invischiarvi le prede)". La seta da cavo da traino è almeno 3 volte più resistente del Kevlar impiegato per i giubbotti antiproiettile, sottolinea Lewis.

Una corda da 2 cm e mezzo di diametro fatta da milioni e milioni di tali fili, potrebbe fermare un jet in atterraggio su un portaerei. Purtroppo è difficile allevare i ragni, in quanto si mangiano a vicenda, e quindi è impossibile raccogliere questo tipo di seta in quantità commerciali. "Con le meraviglie della genetica, un'azienda canadese sta attualmente producendo proteina per cavi da traino nel latte di capra". 

5. Sulla terra c'è più carne umana che di altri esseri viventi?

5 domande con risposte inaspettate-carne umana-300x180

Di tutti i grandi animali presenti sulla Terra oggigiorno, gli esseri umani costituiscono la biomassa totale più grande. Se dovessimo fare la somma di tutte le masse corporee dei 6 miliardi di individui che popolano il globo, saremmo, forse, intorno ai 400 milioni di tonnellate di persone.

A trasportarci tutti in una sola volta, ci vorrebbero 40.000 navi da 10.000 tonnellate. Forse il concorrente più vicino ai livelli umani è il nostro antico compagno di fattoria, la mucca. Ma dal momento che  tutti i bovini sono circa 1 miliardo, difficilmente costituirebbero una massa più robusta di quella umana.



Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici su Facebook
Hai qualche idea per un articolo su BEST5? Vai alla pagina dei suggerimenti e libera la tua fantasia!