5 mummie famose

mummia 800x400
   
    

5 mummie famose BEST5.IT 2016-12-08 00:03:03
User Rating: 4.7 (62 votes)

Quando si pensa alla parole 'mummia', la mente corre subito all'Egitto. In questo articolo vedremo, invece, come il processo di mummificazione sia stato usato dall'umanità sia ai tempi dell'antico Egitto (oltre 7000 anni fa), sia ai tempi nostri…Imbalsamare i corpi era un modo per 'sopravvivere' alla morte, un modo per restare in eterno sulla terra. Il processo di mummificazione avviene attraverso una disitratazione (molto veloce) del cadavere in maniera che i tessuti 'rinsecchiti' rimangano in buono stato di conservazione.

Vediamo quali sono le 5 mummie più 'famose' in giro per il mondo.

LEGGI  Donne: il vero sesso forte

1. Rosalia Lombardo (Palermo)

maria 300x180

Rosalia era una bambina Italiana (più precisamente di Palermo), nata nel 1918 e morta il 6 dicembre 1920, ad appena due anni, per un infezione bronchiale. Il dolore dei familiari fu cosi grande che il padre decise di farla "vivere in eterno": chiamò il più famoso imbalsamatore dell'epoca, il professor Alfredo Salafia. Tale professore era un chimico molto conosciuto sia in Italia che all'estero, soprattutto negli Usa, lo stesso che 19 anni prima aveva imbalsamato  il Presidente del Consiglio dei Ministri del Regno d'Italia Francesco Crispi. 

Fino al 2009 nessuno era riuscito a scoprire quale metodo di imbalsamazione avesse applicato il professor Salafia alla piccola Rosalia Lombardo. La bambina, infatti, mostra un volto praticamente inalterato, senza quasi alcun segno di degrado o di decomposizione, tanto da non sembrare morta ma piuttosto addormentata. Per questo motivo viene soprannominata la “Bella addormentata".  Solo nel 2009 è stato scoperto che per l'operazione venne utilizzata una miscela di formalina, glicerina, sali di zinco, alcool e acido salicilico.

La sua salma è visitabile presso le Catacombe del Convento dei Cappuccini a Palermo. La mummia è inserita in una piccola bara di cristallo per evitare qualunque decomposizione dovuta agli agenti atmosferici e all'umidità.

2. Lady Dai (Xin Zhui) - Cina

ladydai 300x180

Si tratta di una principessa della dinastia Han, moglie di Xin Zhui, morta tra il 178 ed il 145 A.C. a circa 50 anni e conservata al Museo di Hunan, in Cina. Il suo ritrovamento è stato del tutto casuale. Nel 1971, infatti, durante la Guerra Fredda, alcuni lavoratori stavano scavando per costruire dei rifugi anti-aereo vicino alla città di Changsha. Ed è proprio li che è stato scoperto un enorme complesso funerario della Dinastia Han.

Quello che sorprende di più è il perfetto stato di conservazione delle sue spoglie. Sembra il cadavere di una persona morta, al massimo da una settimana. La pelle ed i tessuti sono morbidi, le articolazioni flessibili, i capelli intatti, il sangue nelle vene è ancora rosso e fluido e tutti i suoi organi sono perfettamente conservati: il suo aspetto è rimasto identico a quando è morta 2100 anni fa. Il corpo era immerso in 20 litri di un misterioso liquido avvolta da 22 abiti di seta e canapa, legata con nove nastri di seta ed il volto coperto da una maschera. Tutto questo riposto in una bara perfettamente sigillata. Dopo il ritrovamento è stata eseguita una autopsia per cercare di capire i motivi del decesso. L'esame ha rivelato che la principessa aveva le vene ostruite e problemi cardiaci tanto gravi da morire d’infarto.

Lady Dai è una delle mummie meglio conservate al mondo, nonstante i suoi 2100 anni!

3. Tutankhamon

tutankhamon300x180

Tutankhamon (approssimativamente 1341 a.C – 1323 a.C), è stato un Faraone Egizio della XVIII Dinastia ed è salito al trono all'età di nove o dieci anni e morto ad un’età compresa fra i 16 ed i 20 anni. 
La sua tomba, praticamente inviolata, è stata ritrovata nel 1922 sovvenzionata da George Herbert, V conte di Carnarvon. Il suo nome significa letteralmente "Immagine vivente di Amon".

Inizialmente e dopo la prima e la seconda autopsia effettuate sulla salma rispettivamente nel 1922 e nel 1968, e dopo il ritrovamento di alcune macchie nella nuca, oltre ad un paio di frammenti ossei all'interno del cranio, si era concretizzata la teoria della morte del faraone a causa di una morte violenta. Questa teoria fu smentita successivamente, nel 2005, da diversi studi compiuti con tecniche non invasive sulla mummia. Tutti i risultati di questi studi convergeranno sul fatto che il faraone Tutankhamon è morto di una cancrena fulminante, dopo una frattura del femore sinistro, procurata il giorno precedente la sua morte. Inoltre ulteriori analisi (febbraio 2010) hanno ipotizzato che il faraone fosse affetto dal morbo di Kohler, anche noto come osteocondrosi, e quindi che la causa della morte sia stata in realtà una necrosi ossea complicata dalla malaria.

Un altro aspetto curioso che riguarda la famosa mummia del faraone è legato alla cosidetta "maledizione di Tutankhamon" considerara, a distanza di anni, una trovata pubblicitaria dell'epoca. I dati storici parlano chiaro: delle 26 persone presenti all’apertura della tomba, solo sei morirono nell’arco dei dieci anni successivi; delle 22 presenti all’apertura del sarcofago solo due morirono nei successivi dieci anni mentre delle 10 persone presenti allo sbendaggio della mummia nessuna morirà sempre nei dieci anni successivi a tale operazione. Ma nonostante tutte le prove che si possono portare per confutare la diceria, è sicuro che su questa vicenda si scriverà ancora molto e difficilmente riuscirà a liberarsi da quell'alone di mistero che la circonda ancora oggi.

Attualmente i reperti provenienti dalla tomba sono conservati al Museo Egizio del Cairo.

4. Mummia del Similaun (Ötzi o Oetzi)

otzi 300x180

La Mummia del Similaun  è stata ritrovata il 19 settembre 1991 sulle Alpi Venoste, ai piedi del monte omonimo (ghiacciaio del Similaun, 3.213 m) al confine fra l'Italia (in Alto Adige) e l'Austria. Si tratta di una scoperta archeologica importantissima, una delle più sensazionali degli ultimi secoli. Il ritrovamento è stato effettuato dai coniugi tedeschi Erika e Helmut Simon di Norimberga durante un'escursione  e mentre scendevano dalla cima di Finale verso il rifugio Similaun.

Questa mummia, soprannominata Ötzi, è vissuta oltre cinquemila anni fa, fra il 3.350 e il 3.120 a.C., come indicano le datazioni fatto con il carbonio. Nessuno sa con certezza chi fosse Ötzi. Tante discuttibili, incerte e dubbiose nonche controverse le ipotesi:un pastore, uno sciamano, un metallurgo (l’analisi dei capelli ha evidenziato tracce riferibili ad attività fusoria), un fuggitivo. Solo delle ipotesi...L'unica cosa certa riguarda il suo identikit: si tratta, infatti, di un individuo maschio di circa 46 anni, alto 159 cm, di circa 50 kg, con occhi marroni, capelli castano-scuri/bruni, probabilmente con barba. 

Una curiosità: Ötzi è considerato il primo essere umano tatuato; sul suo corpo si sono trovati ben 36 tatuaggi e per questo viene considerato un simbolo tra i tatuatori di tutto il mondo. 

Attualmente la mummia del Similaun è conservata a Bolzano, al Museo Archeologico dell'Alto Adige.

5. Vladimir Lenin

lenin 300x180

Vladimir Lenin è nato nel 1870  a Simbirsk (oggi Uianovks). E' stato uno dei principali pensatori marxisti e fu il promotore e l'indiscusso leader della corrente bolscevica, l'animatore della rivoluzione d'ottobre e il fondatore dello stato sovietico. 

Dopo la sua morte, avvenuta il 21 gennaio 1924 a 53 anni, causata  da un infarto, la salma del padre della Rivoluzione Russa fu imbalsamata, sei mesi dopo il decesso, per poter restare esposta al pubblico. 
Oggi si trova al mausoleo di Lenin situato sulla Piazza Rossa a Mosca.



Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici su Facebook
Hai qualche idea per un articolo su BEST5? Vai alla pagina dei suggerimenti e libera la tua fantasia!
  • Giacomo

    molto interessante

  • Ernesto Scura

    Non dite però che nel retto di Ötzi furono trovate tracce di sperma.