5 persone con arti di “troppo”

5 persone con arti di troppo 1-800x400
   
    

5 persone con arti di “troppo” BEST5.IT 2016-12-11 10:02:34
User Rating: 5 (1 votes)

Nel 1899, nella capitale britannica, si svolse, per la prima volta, una bizzarra e alquanto strana assemblea sindacale, dove il suo argomento all’ordine del giorno era come avrebbero dovuto farsi chiamare i dipendenti dell’impresario Phineas T. Barnum.

Barnum era il proprietario del famosissimo, in tutto il mondo, circo "Ringling Bros. e Barnum & Bailey Circus". Da sottolineare che la fortuna del suddetto circo era dovuta anche al fatto di aver impiegato esseri umani con particolari condizioni genetiche, difetti fisici e malattie trasformandoli di fatto in fenomeni da baraccone. Tra di loro, ad esempio, c’erano persone come Annie Jones, una donna che aveva sul viso peli lunghi 1 metro e 82 cm, Khusania, un nano indiano alto appena 56 cm, Laloo, un indù sul cui busto crescevano gambe e braccia di un corpo parassita, e altri strani esseri umani.

Fino ad allora queste persone venivano chiamati "freaks", una parola inglese che tradotta in italiano vuol dire esattamente “scherzi della natura” o “mostri umani”. Il  dibattito fu assai acceso e infervorato, ma alla fine si decise che per queste persone, doveva essere adoperato il termine “prodigi”, termine molto più civile e meno offensivo di quello che veniva usato precedentemente. Molti di questi “scherzi della natura”, provenivano da famiglie poverissime, e quella era per loro l’unica fonte di sostentamento.

Fino a  40 anni fa si potevano ancora vedere spettacoli itineranti. Nei giorni nostri, fortunatamente, i tempi sono cambiati e questo tipo di esibizioni sono stati abbandonati, perché urtano la nostra sensibilità di uomini moderni. Le leggi della natura vanno sempre accettate, capite e rispettate anche se, a volte, per alcune persone possono essere molto dure e tanto difficili da superare.

LEGGI  Fonti di energia: 5 risorse naturali della terra

Oggi parleremo di 5 persone con arti di "troppo" ossia di 5 “scherzi della natura”, come venivano chiamati fino a non molto tempo fa.

1. Francesco Lentini (1889-1966)

5 persone con arti di troppo-Francesco Lentini-180x250

Francesco Lentini nacque nel 1889 a Rosolini, in provincia di Siracusa, in Sicilia, in una famiglia numerosissima di 12 figli. E' stato riconosciuto per anni come il "Re degli scherzi di natura". In pratica, il corpo di Lentini conteneva anche i resti di un gemello siamese parassita (cioè non completamente sviluppato) e, quindi, aveva 3 gambe, 2 serie di organi genitali, 4 piedi con 16 dita.

Per aiutarlo a vincere la depressione dovuta alla sua deformità, i genitori gli fecero visitare un istituto per bambini handicappati, dove egli vide ragazzi e ragazze in condizioni molto peggiori delle sue (anche se successivamente venne ripudiato dai genitori e cresciuto da una zia). "Da allora in poi", avrebbe ricordato in seguito, "non mi sono mai lamentato. Credo che la vita sia bella e mi piace viverla".

All’età di 9 anni, Lentini emigrò negli Stati Uniti, dove iniziò la sua sfavillante e radiosa carriera nei circhi americani più famosi del tempo, come ad esempio con il circo di Barnum & Bailey, poi ancora a Coney Island, e infine, con lo show di Buffalo Bill. Sapeva usare come sgabello la terza gamba che spuntava dalla base della spina dorsale. Durante il suo numero, la usava per calciare un pallone e farlo volare all'altra estremità del tendone.

Si è sposato con una ragazza statunitense di nome  Theresa Murray con la quale crebbe 4 figli sanissimi. Morì nel 1966 all'età di 77 anni.

2. Laloo (1874-1905)

5 persone con arti di troppo-Laloo-180x250

Laloo era un Indiano musulmano nato a Oovonin, nell'Oudh in India, nel 1874, secondo di quattro fratelli. Aveva una serie aggiuntiva di braccia, gambe e organi genitali appartenenti a un gemello acefalo parassita, attaccato al suo corpo all'altezza del suo sterno/ventre.

Questo gemello senza testa, era dotato di pene (capace di raggiungere un'erezione nonostante fosse senza testicoli) e sistema urinario funzionante. Fortunatamente per Laloo non era in grado di defecare. Laloo  preferiva raccontare che il "fratello parassita" fosse una femmina, per aumentare la propria stranezza.

Viaggiava con i luna park e i circhi negli Stati Uniti e in Europa e il suo caso venne descritto in molti manuali di medicina. Quando si esibiva si faceva chiamare il "Handsome, Healthy, Happy Hindoo" e cioè "il Bello, il Sano e il Felice Hindi". Si sposò a Filadelfia nel 1894 e sua moglie viaggiava sempre con lui. Laloo morì precocemente, a soli 31 anni, in un incidente ferroviario nel 1905 mentre lavorava per il Norris e Rowe circo in Messico.

3. Myrtle Corbin (1868-1928)

5 persone con arti di troppo-Myrtle Corbin-180x250

"La donna del Texas" con 4 gambe, era l'unico scherzo di natura in grado di sfidare il "Re degli scherzi di natura" o “il Re dei mostri umani”, Frank Lentini, come fenomeno di grande richiamo.

Myrtle Corbin  nacque a  in Lincoln County, Tennessee (Usa) nel 1868. Fra le sue gambe crebbe il corpo di una gemella, ben sviluppato dalla vita in giù e completamente funzionale. Ognuna delle due gambe più grandi era accoppiata con una più piccola interna.

Myrtle Corbin poteva muovere le gambe interne, ma erano toppo deboli per camminare. Si sposò a 19 anni, e secondo il suo cartellone, ebbe 5 figli - 3 dal suo corpo e 2 da quello della gemella.  Morì il 6 maggio 1928, all’età di 59 anni a Cleburne in Texas (Usa).

4. Betty Lou Williams (1932-1955)

5 persone con arti di troppo-Betty Lou Williams-180x250

Betty Lou Williams, nacque  il 10 gennaio 1932 ad Albany, in Georgia ed era la figlia di un povero contadino di colore, il quale, d'accordo con la madre, decise di esibirla da bambina come “scherzo della natura”.

Era una ragazza bellissima... tranne che per i resti del suo gemello parassita, che spuntava nel posto sbagliato (dal fianco sinistro) e consisteva nella metà inferiore di un corpo, con 2 gambe e un braccio con 3 dita. Betty, che morì nel 1955 a soli 23 anni, condusse una vita agiata durante la Depressione, grazie ai soldi che aveva accumulato dalle sue esibizioni in diversi circhi americani.

I suoi amici all'epoca dissero che morì di dolore perché un uomo che amava follemente l'aveva piantata. Ma è più probabile (quasi certo) però che la morte sia dovuta alle complicanze di un attacco di asma, reso più grave dalla presenza della seconda testa all'interno del suo ventre.

5. Jean Libbera (1884-1934)

5 persone con arti di troppo-Jean Libbera-180x250

Jean Libbera nacque nel 1884 a Roma, Italia. Come la maggior parte delle famiglie italiane dell'epoca, anche la famiglia di Jean era molto numerosa ed era costituita da 13 figli (Jean è il quarto figlio). Jean Libbera veniva chiamato "L'uomo con due corpi" e viaggiò con parecchi circhi, mostrando al pubblico il suo "gemello" in miniatura. Questo gemello parassita era così ben sviluppato, che gli fu dato il nome di Jacques. Jacques possedeva le anche, le cosce, le braccia e le gambe.

Un medico tedesco che usava i raggi X scoprì una struttura rudimentale simile a una testa, con una circonferenza di circa 15 centimetri, all'interno del corpo di Jean. Libbera fu esaminato dai più famosi medici specialisti Europei e Americani. A Parigi, il Prof. Ponier lo  fece esaminare dai medici della Società Chirurgica, i quali hanno dichiarato che l'anomalia di Jean Libbera fosse "la maggior anomalia presente in natura".

I giornali medici scientifici dell'epoca scrissero molti articoli. In particolare "Life Story and Facts" scisse: "Ci sono state molte creazioni della natura curiose e bizzarre, presentate al pubblico di volta in volta, ma nessuna di loro può essere eguagliata positivamente sia per l'interesse sia per le notevoli peculiarità anatomiche e fisiologiche, che un soggetto come Jean Libbera (e il suo gemello) possa suscitare".

Jean si sposò ed ebbe 4 figli. Morì nel 1934 , all'età di 50. Recentemente il Prof. Van Dayse dell'Università di Gand, in Belgio, ha dato a quest'anomalia il nome di "parassita epigastrico".



Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici su Facebook
Hai qualche idea per un articolo su BEST5? Vai alla pagina dei suggerimenti e libera la tua fantasia!