I 5 migliori programmi gratuiti per gestire la tua musica

5 programmi gratuiti per gestire la tua musica2-800x400
   
    

I 5 migliori programmi gratuiti per gestire la tua musica BEST5.IT 2016-12-03 21:51:16
User Rating: 4.7 (1 votes)

Convertire un file audio in un formato pronto per essere letto in tutti i dispositivi è un gioco da ragazzi. Inoltre, con i programmi gratuiti è un’operazione senza spese.

I formati audio con cui possiamo ascoltare una canzone sono davvero tanti. Il più famoso e utilizzato è sicuramente MP3 ma le alternative non mancano.

Molto dipende dalle nostre esigenze e dal tipo di apparecchio che utilizziamo per portare con noi la musica. In Rete troviamo decine di software gratuiti pensati per la conversione dei brani.

I più potenti e versatili hanno caratteristiche professionali. Infatti, vengono utilizzati anche da chi lavora nel campo audio.

Per stilare una classifica su quali possano essere i cinque migliori programmi gratuiti per gestire la tua musica , abbiamo puntato su alcune caratteristiche chiave: semplicità d’uso, formati supportati, peso e richiesta di risorse.

Per chi ha più esperienza, anche se lo abbiamo messo al quarto posto, consigliamo SUPER. È il convertitore più potente in assoluto. Purtroppo ha una curva di apprendimento molto ripida.

Per utilizzarlo al meglio, dovremo dedicare del tempo alla documentazione. Il primo classificato è Free:ac che si distingue per leggerezza. La versione portatile non richiede neppure l’installazione. La memorizziamo in una chiave USB e la usiamo dovunque.

MediaCoder ha le stesse funzioni di Free:ac ma al contrario di quest’ultimo è molto più pesante. Richiede pertanto un PC abbastanza muscoloso.

Scopriamo allora quali siano i 5 migliori programmi a costo zero per gestire la tua musica!

LEGGI  Trovare lavoro online: come evitare truffe, imbrogli ed inganni

1. Free:ac

Free-ac-300x180

SITO INTERNET: www.freac.org

Gratuito e professionale. Cosa si può desiderare di più?

Free:ac significa Free Audio Converter ed è uno dei migliori convertitori gratuiti che ci siano in circolazione.

Si tratta di un progetto Open Source. Infatti, affonda le proprie radici nel mondo Linux del software libero.

È disponibile anche in versione portatile per l’uso in una chiave USB senza installazione.

Ha un’interfaccia grafica accogliente che ci fa sentire fin da subito a nostro agio. Troviamo il supporto per 41 lingue, tra cui l’italiano.

Gestisce tutti i formati audio più comuni: MP3, MP4/M4A, WMA, Ogg Vorbis, FLAC, AAC, WAV e Bonk. Possiamo aggiungere i brani dal nostro disco fisso o da un CD.

In quest’ultimo caso, grazie al supporto CDDB/freedb, le tracce vengono rinominate tramite l’accesso a un database online che ne contiene i dettagli.

Infine è possibile gestire i tag delle singole canzoni, per archiviarle con maggiore precisione.

2. MediaCoder

MediaCoder-300x180

SITO INTERNET: www.mediacoderhq.com

MediaCoder supporta tutti i formati in circolazione e gestisce le audio e video.

MediaCoder è un programma pensato per la gestione e conversione dei file audio e video.

Ha funzioni all’avanguardia e un’interfaccia grafica professionale. L’utilizzo è piuttosto intuitivo e non richiede alcuna nozione tecnica.

Possiamo comunque scegliere fra tre approcci: Semplice, Normale ed Esporto. Basta entrare nel menu Opzioni e proseguire in Interfaccia grafica.

L’unico difetto di questo software è il peso. Il file d’installazione ha una dimensione di oltre 60 Megabyte.

Il programma, inoltre, incide sensibilmente sulle risorse di sistema nel momento in cui inizia le varie conversioni. A parte questo, non c’è proprio altro di cui lamentarsi.

I menu sono tradotti in italiano e supporta un’enorme quantità di formati: MP3, Vorbis, LC-AAC, HE-AAC, Opus, AC-3, MPEG Audio, MusePack, Speex, AMR e altri.

3. VSDC Free Audio Converter

VSDC Free Audio Converter-300x180

SITO INTERNET: http://bit.ly/21e8H88

Semplice, intuitivo e leggero ma tenta di installare anche altri software.

VSDC Free Audio Converter è un buon convertitore audio. Leggero e funzionale, supporta una grande quantità di formati. Facciamo solo attenzione quando lo installiamo.

Dobbiamo deselezionare l’aggiunta di AVG Performance e Pluto TV, una serie di programmi che non hanno niente a che vedere con la gestione dei brani audio.

L’interfaccia grafica è ben progettata. Ha icone grandi e disegnate in modo da rendere intuitivo l’utilizzo del software. Purtroppo non è disponibile la traduzione in Italiano.

Siamo in grado di convertire in MP3, WMA, AAC, M4A, AMR, OGG, AU, AIFF e WAW.

Basta aggiungere il file nella finestra principale, quindi scegliere l’operazione appropriata.

VSDC permette anche di selezionare vari profili di conversione predefiniti, così da rendere la procedura più semplice per chi non ha esperienza in questo campo.

4. SUPER

SUPER-300x180

SITO INTERNET: http://www.erightsoft.com/SUPER

Un convertitore per i veri amanti del multimedia. Purtroppo è difficile da usare.

SUPER è probabilmente il programma più potente per la conversione video.

Ha una sezione dedicata anche alla parte audio.

L’unico grande difetto di questo software è la complessità. Solo per scaricarlo, è necessario perdere tempo a trovare il link sperso nel suo sito Web.

Per evitare tribolazioni, scorriamo la pagina fino in fondo e facciamo clic su Start Downloading SUPER. Veniamo rimandati a un altro indirizzo.

Sempre nella parte inferiore, selezioniamo Download SUPER setup file. L’applicazione ha una dimensione di circa 60 MB.

Una volta installata e presa confidenza con gli strumenti, possiamo convertire qualsiasi formato.

In più, siamo in grado di gestire nel minimo dettaglio ogni aspetto di codifica e compressione.

L’ultima versione di SUPER è stata rilasciata ad aprile di quest’anno.

5. Helium Audio Converter

Helium Audio Converter-300x180

SITO INTERNET: www.imploded.com

Semplice e veloce. Tuttavia ci sono alcuni difetti da tenere presente.

Helium Audio Converter è un discreto convertitore che consente di gestire svariati formati audio.

Supporta i più comuni AAC, FLAC, M4A, M4B, MP3, MP4, MPC, Ogg Vorbis, Wave, WAVPack e WMA.

L’interfaccia, pur essendo molto semplice, non è disponibile in italiano.

Tutto quello che dobbiamo fare, è aggiungere i file da elaborare, scegliere il formato dal menu Output format e premere il pulsante Convert.

I brani verranno memorizzati in una qualsiasi cartella di destinazione. Un inconveniente di questo programma è la mancata gestione dei file con traccia unica.

Alcuni lettori multimediali, infatti, richiedono questa modalità di registrazione per elaborare correttamente le canzoni.

Se ne abbiamo bisogno, dobbiamo rivolgerci a uno dei software che abbiamo citato nelle prime quattro posizioni.



Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici su Facebook
Hai qualche idea per un articolo su BEST5? Vai alla pagina dei suggerimenti e libera la tua fantasia!