I 5 peccati capitali dell’essere grassi

I 5 peccati capitali dell'essere grassi2-800x400
   
    

I 5 peccati capitali dell’essere grassi BEST5.IT 2016-12-03 21:50:40
User Rating: 4.6 (1 votes)

I pericoli del grasso sono conosciuti – sovrappeso e obesità. L’obesità uccide!

Non solo ma sta diventando una delle cause principali di morti nel Nord America e nell’Europa.

Si stima che nel 2013 l’obesità e il sovrappeso abbiano causato circa 3,4 milioni di morti nel mondo.

Negli States sono considerati sovrappeso o obesi il 75% degli uomini adulti e il 60% del donne adulte e lo stile di vita americano del fast food si sta diffondendo molto anche in Europa.

L’obesità non è una malattia nel vero senso della parola ma una condizione malsana che aggrava il presentarsi di un innumerevole numero di malattie e condizioni malsane come disturbi cardiovascolari (come problemi di cuore, disturbi respiratori a livello polmonare ecc), disordini mentali (come stress, depressione, Alzheimer ecc) e diabete.

Essere sovrappeso è il passo precedente all’essere obesi.

Non riuscire a controllare l’eccessivo accumulo di grasso nel nostro corpo è spesso il risultato di peccati di gola che commettiamo, alcuni dei quali sono totalmente sconosciuti.

Oggi vedremo 5 tra i principali peccati capitali dell’essere grassi e i modi per evitarli.

LEGGI  5 mosse per tenere il cuore in salute

1. Arrendersi al destino

Arrendersi al destino-300x180

Può succedere di arrendersi al destino quando si smette di cercare rimedio al grasso in eccesso. Alcuni dei peccati che caratterizzano l’arrendersi al destino sono:

a) Non prendere provvedimenti
Alle volte si dice che il tempo guarisce ma non vale la pena di sperimentare questo detto con il grasso se non si sanno i rischi che si corrono. Non intraprendere nessuna azione potrebbe significare:
- Non interessarsi della proprio vita;
- Lasciare andare il proprio corpo con imprudenza;
- Non essere consapevoli dei danni che il grasso in eccesso porta al proprio corpo;
- Non essere a conoscenza delle statistiche riguardanti le persone sovrappeso e l’alta possibilità di malattie gravi se non la morte;
- Assumersi volontariamente tutti i rischi dell’essere sovrappeso o obesi;
Tutto ciò è quasi un suicidio. Non credo che non amiate la vostra vita e che non vogliate agire per preservarla, non ci credo. Avete solo bisogno di prendere provvedimenti per rendere la vostra vita sana e felice.

b) Pensare che il grasso si crea miracolosamente da solo
- Anche se delle volte può accadere che il grasso si accumuli per un fenomeno temporaneo, dovuto di solito a un mutamento negli equilibri ormonali, che svanisce dopo poco, si tratta di casi molto rari.
- Si deve evitare di assumere come vero che il grasso si crei miracolosamente da solo da nulla. Bisogno agire per far si che il livello di grasso rientri nella norma.

c) Non cambiare lo stile di vita sedentario
Lo stile di vita sedentario (caratterizzato dall’inattività fisica per la maggior parte della giornata) sta diventando parte integrante della vita di tutti i giorni.
Si passa sempre più tempo sul posto di lavoro seduti ad una scrivania davanti al pc o in classe a studiare e quando si è a casa la maggior parte del tempo davanti alla tv o sui social espandendo la sedentarietà a tutti i momenti liberi.
Non si tratta ancora di una situazione fuori controllo, infatti non importa quanto tempo abbiamo passato al lavoro o sui libri, possiamo ancora impegnarci in qualche attività fisica se abbiamo la volontà ferrea di farlo.

2. Adottare cattive abitudini

Adottare cattive abitudini-300x180

Il vostro atteggiamento è la forza trainante dietro tutto ciò che fate.

E’ molto importante che l’atteggiamento sia quello giusto per poter tentare con successo di affrontare il problema dell’eccessivo accumulo di grasso nel corpo.

Nella maggior parte dei casi chi perde la sfida contro il grasso ha adottato in un modo o in un altro una cattiva abitudine.

Alcuni dei peccati di adottare cattive abitudini:

a) Vivere sentendosi in colpa e rammaricati
Il sentirsi in colpa deriva dal fatto di addossare agli altri le nostre responsabilità. Se qualcuno fa qualcosa di sbagliato nei tuoi confronti tu puoi semplicemente dargli la colpa dei tuoi problemi ma questo non aiuterà a superarli.
Magari i tuoi parenti sono soliti darti dei cibi poco sani oppure hai ereditato dei geni che ti rendono predisposto all’obesità ma non devi prendertela con loro ma devi prenderti la responsabilità di cambiare questa situazione.
Il rammarico e il rimpianto entrano in gioco quando non si riesce ad agire come si vuole. Si dice che i maggiori rimpianti sono le parole non dette e le azioni lasciate incompiute.
Non lasciare che il tuo non agire diventi un futuro rimpianto.
Nel caso tu ti stia rammaricando ora, probabilmente per non aver seguito un giusto consiglio sul controllo del peso o per non essersi informato circa l’adeguato rimedio per affrontare il tuo problema di grasso in eccesso, non devi vivere nel passato. Il momento è ora.
Tieni lontano i rimpianti e incomincia da ora ad affrontare direttamente il tuo problema con il grasso in eccesso.

b) Avere paura circa la propria condizione
La paura esiste in tutta l’umanità come un’allerta verso qualcosa di spiacevole che deve accadere. Si dice infatti che la paura sia una cosa buona fino a quando ti tiene al sicuro dai pericoli.
Ma quando la paura ti tiene lontano dalla sicurezza, allora inizia ad essere dannosa e pericolosa. L’eccessivo accumulo di grasso nel corpo è sicuramente qualcosa di cui bisogna conoscere molto bene gli aspetti negativi. 
Comunque avere paura potrebbe negare la possibilità di coltivare giuste abitudini oppure impedirti di trovare rimedi appropriati, necessari a debellare l’eccessivo e malsano grasso del corpo.
Di seguito alcune delle più comuni paure di chi scopre di avere del grasso in eccesso da debellare:
- Paura di ripercussioni sociali derivanti dal sovrappeso e dall’obesità
- Paura di sembrare brutti
- Paura di subire conseguenze dell’obesità

c) Trovare scuse per non fare nulla
Le scuse posso farti sentire al sicuro e sollevato ma in ogni caso possono diventare una cattiva abitudine che impedisce di fare mosse coraggiose per superare le sfide della vita.
Alcune delle scuse più comuni che le persone usano per evitare di affrontare il problema dell’eccessivo grasso corporeo:
- Non ho tempo di cucinare cibo sano
- Non ho tempo di fare esercizi
- Non ho soldi per andare in palestra
- Sto lo stesso bene nonostante abbia grasso in eccesso.

3. Cercare rimedi errati

Cercare rimedi errati-300x180

Esistono molte persone che hanno rischiato di perdere la propria vita o che l’hanno persa perché hanno provato rimedi sbagliati.

Rimedi errati possono avere queste conseguenze:
- Essere inefficaci
- Aggravare lo sviluppo di grasso
- Attivare condizioni di salute precaria
- Portare alla morte
I seguenti sono i principali rimedi sbagliati che le persone con eccessivo accumulo di grasso mettono in pratica:
- Lasciarsi morire di fame
- Usare aghi per estrarre il grasso in eccesso
- Allenarsi troppo fino allo stremo
- Consumare ingenti quantità di alcolici nella speranza di bruciare grassi
- Evitare completamente l’assunzione di grassi compromettendo il regolare apporto calorico

a) Consumare diete povere
 La dieta povera è uno dei principali contributi ai problemi di grasso nel corpo. La dieta povera include i seguenti cibi:
- Carboidrati
- Cibi raffinati
- Alcolici e cibi zuccherati artificialmente
- Cibi spazzatura
Bisogna evitare questo tipo di dieta per tenere alla larga il grasso e inoltre seguendo queste linee guida:
- Evitare i cibi sopra citati
- Mangiare cibi il più possibile naturali
- Consumare una dieta bilanciata
- Bere molta acqua naturale

b) Mantenere uno stile di vita sedentario
Essere obesi o sovrappeso è più un sintomo di una malattia. Bisogna comprendere però di cosa sono sintomo queste malsane situazioni. Lo stile di vita sedentario è stato classificato come principale fattore che contribuisce ai problemi di grasso nel corpo ed è caratterizzato da questi elementi:
- Rimanere fermi alla postazione di lavoro per la maggior parte delle ore lavorative
- Stare fermi sul divano a guardare la tv, video o film per la maggior parte del tempo libero
- Stare seduti a chattare per troppo tempo
- Dormire di più rispetto a quanto l corpo ne abbia bisogno
- Una generale mancanza di attività fisica per la stragrande maggioranza del tempo

c) Prendere contromisure malsane
Il problema di eccessivo accumulo di grasso nel corpo è la somma di diversi e complessi fattori che possono variare da persona a persona. Comunque di seguito troviamo i principali e più comuni :
- Genetica
- Dieta povera
- Stile di vita sedentario
- Squilibrio ormonale
- Menopausa
- Ipertiroidismo
- Insufficienza di insulina o leptina.

4. Considerare il valore errato del tempo

Considerare il valore errato del tempo-300x180

La frase comune “il tempo è denaro” non deve indurre a sopravvalutare il valore temporale del denaro.

Tuttavia esistono alcune idee sbagliate che inducono le persone a trascurare i costi e i benefici nascosti di certe attività.

Alcune delle attività di cui si trascura il costo nascosto del tempo sono:
- Lavorare per turni extra invece di riposare (anche se tutti sanno che alle volte ce n’è la necessità)
- Fare pazzie durante la notte invece di dormire
- Viaggiare di notte per risparmiare tempo

Le attività dove invece vengono trascurati i benefici nascosti sono:
- Riposare
- Studiare
- Tempo di qualità passato con amici e famiglia
- Attività fisica e allenamento.
- Considerare le ore di lavoro extra tempo speso bene quando invece si potrebbe andare in palestra, prepararsi da mangiare a casa o riposarsi e dormire.
(Tutto ciò potrebbe sembrare strano o da persone poco laboriose ma non si deve trascurare l’effetto benefico a lungo termine sulla nostra persona e sul nostro corpo)

Sacrificare il sonno e il riposo è probabilmente una delle cause più gravi che siano collegate ai problemi del grasso. Ecco di seguito alcune delle conseguenze negative:
- Alto rischio di stress e depressione dovuto a mancanza di adeguato riposo e sonno. Studi hanno provato che lo stress e la depressione possono innescare o aggravare l’obesità
- Metabolismo lento che si tramuta in accumulazione di inutile grasso
- Perenni bassi livelli di energia e una risultante richiesta di calorie senza però che essi vengano adeguatamente utilizzati come energia prodotta ponendo così fine alla loro distribuzione.

5. Pensare che i dolci rendano la vita più dolce

Pensare che i dolci rendano la vita più dolce-300x180

Si dice che l'amaro più forte che si sente è quello del pentimento per le parole non dette e le azioni non fatte.

Molti medici, invece,  dicono che la cosa più amara che c'è deriva dall'eccessiva assunzione di dolci.

Le industrie attive al momento più lucrative sono quelle collegate in qualche modo collegate alla produzione di dolci o cibi contenenti molti zuccheri.

Le industrie di dolci sono parte integrante della società: sono nelle nostre case, guadagnano con la nostra gola e riempiono i nostri ospedali con malattie derivanti dalla eccessiva assunzione di zuccheri dannosi.

Lo zucchero è dolce e i dolci sono zucchero, certo lo zucchero non è sempre una cosa negativa infatti c'è una certa quantità di zuccheri sani che il nostro corpo necessita per il suo corretto funzionamento, ma se ne assumiamo troppi o se ne assumiamo di cattivi il nostro corpo fatica.

Facciamo una distinzione: Buono zucchero e cattivo zucchero. Come regola generale gli zuccheri semplici sono quelli cattivi e i complessi sono quelli buoni.

Questo perché gli zuccheri semplici sono più facilmente assimilabili dal corpo e quindi più facilmente creano picchi di zucchero nel sangue a differenza di quelli complessi che vengono assorbiti più lentamente evitando picchi.

Gli zuccheri semplici sono fruttosio, lattosio, maltosio e i monosaccaridi, che se assorbiti in forma naturale sono fonte di energia per il corpo come per esempio il glucosio che è la maggior fonte di energia del corpo.

Invece gli zuccheri complessi sono invece quelli contenuti nei cereali e nella stragrande maggioranza della verdura che mangiamo e che ci rende la vita più sana e piacevole. 

La dipendenza da cattivi zuccheri è il peggior peccato e il più mortale di tutti ed è infatti chiamato il peccato originale per quello che concerne i problemi di peso.

E' anche il più dolce dei 5 peccati e infatti tutti pensano di poterlo commettere senza conseguenze ma le conseguenze della dipendenza da zuccheri malsani sono molte e terribili per i casi peggiori, possiamo trovare in studi recenti tutte le malattie derivanti da essi:
- diabete
- ipertensione
- ulcere gastriche o duodenali
- allergie varie
- depressione
- demenza
- cataratte
- prematura morte cellulare
- invecchiamento precoce
- gotta
- oltre che ovviamente obesità e sovrappeso

Ma si può realmente diventare dipendenti dallo zucchero, in una delle sue diverse forme? La risposta purtroppo è sì ed ecco alcuni dei segni che ti possono far rendere conto che stai diventando o sei dipendente dagli zuccheri:
- Desideri fortemente i dolci quando ti senti giù?
- Consumi dolci anche quando non hai fame ma sono perché li desideri?
- Ti senti rallentato e spossato dopo che hai mangiato un sacco di dolci?
- Hai tentato senza successo di diminuire drasticamente la quantità di dolci che mangi?
Se la risposta anche a solo alcune di queste domande è sì, sei dipendente dallo zucchero.

Per riuscire a fermare questa dipendenza bisogna come per ogni altro tipo di dipendenza cambiare drasticamente le proprie abitudini, non solo alimentari. Ecco gli aspetti che vanno trattati e controllati:
- la dieta
- la disidratazione
- l'attività fisica

Se riuscirai ad essere padrone di questi tre aspetti non sarai più dipendente dagli zuccheri ma potrai decidere con il cervello e non con la pancia che cosa è meglio mangiare.

Per quanto riguarda la dieta i consigli sono i seguenti:
- avere una dieta che dia un costante apporto di calorie e di energie così da poter fare tranquillamente fare a meno degli zuccheri cattivi in eccesso
- seguire una dieta contenente una sufficientemente elevata quantità di proteine che essendo lunghe da digerire terranno occupato il vostro apparato digerente a lungo senza così farvi sentire affamati
- acquisire molte vitamine che aiutano a diminuire la vostra sensibilità allo zucchero

Per quanto riguarda la disidratazione basta soltanto bere molta acqua. Anche se potrebbe sembrare inefficacie la disidratazione è una delle principali cause dell'abbuffarsi di 2 litri d'acqua al giorno come minima quantità di partenza aiuteranno moltissimo.

Ed infine per quanto riguarda l'attività fisica bisogna impegnarsi a fondo con il fine di restare il meno possibile inattivi.
Infatti è proprio l'inattività a creare in noi la voglia di mangiare dolci anche solo per passare del tempo, bisogna invece trovare in se stessi la voglia e il coraggio di correggere le brutte abitudini sedentarie che sembrano così bella ma che in realtà non giovano per nulla alla nostra salute oltre che alla nostra vita sociale e perché no sentimentale.



Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici su Facebook
Hai qualche idea per un articolo su BEST5? Vai alla pagina dei suggerimenti e libera la tua fantasia!