Il gatto e le sue paure: scopriamo quello che intimorisce il nostro felino

gatto-pauroso-4-800x400
   
    

Il gatto e le sue paure: scopriamo quello che intimorisce il nostro felino BEST5.IT 2019-10-15 19:08:18
User Rating: 5 (1 votes)

Il gatto ha paura degli oggetti sconosciuti e dell’ignoto.

Tutto ciò che non riesce a comprendere suscita in lui questa reazione.

I gatti si mostrano sospettosi verso tutto ciò che si muove rapidamente, fa molto rumore o si illumina in modo irregolare: essenzialmente, tutto ciò che non comprendono completamente. È la loro naturale reazione a tutto ciò che è ignoto.

Ogni novità potrebbe, infatti, rappresentare il pericolo di un predatore o comunque qualcosa che minaccia la loro sopravvivenza.

I gatti sono animali molto acuti e sempre vigili e, come tali, hanno bisogno sempre di mantenere una buona predizione e controllo del loro ambiente e delle loro interazioni sociali.

In sostanza, tutto ciò che si presenta improvvisamente potrebbe potenzialmente terrorizzare il gatto.

 

gatto-pauroso-3-800x400

LEGGI  La Pet Therapy

1. La paura: una reazione di allarme

gatto-pauroso-1-300x180

Qualsiasi oggetto sconosciuto che appare improvvisamente, quindi, innesca nel gatto delle naturali “reazioni di allarme” che lo spingono a scappare non appena possibile, perché qualsiasi cosa inaspettata potrebbe essere un potenziale pericolo per la sua sopravvivenza.

La paura, infatti, è una risposta emotiva protettiva innata, volta a evitare o fronteggiare un pericolo reale o percepito, attraverso la naturale risposta di combattimento o fuga.

In alcuni casi di estrema paura e, quindi, di inibizione al combattimento o incapacità di fuggire, i gatti si immobilizzano sul posto.

Si parla, infatti, delle tre F, ovvero le risposte allo stress Fight-Flight-Freeze (combatti, fuggi, immobilizzati), anche note come “risposta acuta allo stress” propria anche dell’uomo.

Quando il corpo è in uno stato di pericolo, l’ipotalamo viene stimolato e genera una sequenza di rilascio di sostanze chimiche che prepara l’organismo a combattere o a fuggire.

Il rilascio di adrenalina, noradrenalina e cortisolo nel sangue porta a una serie di cambiamenti: la frequenza respiratoria aumenta, le pupille si dilatano, il sangue viene deviato verso i muscoli e gli arti, fornendo loro ulteriore energia per scegliere tra le due risposte - fuggire o combattere - la vista si acuisce, la consapevolezza si intensifica, la percezione del dolore diminuisce e il sistema immunitario si mobilita a causa dell’aumento dell’attività.

Quindi, il gatto è, a questo punto, preparato, sia fisicamente che psicologicamente, per combattere o fuggire. Una volta che il pericolo è passato, il corpo ritorna alla normalità. Ciò significa che di fronte a un evento stressante il gatto valuterà la situazione e l’avversario.

Se valuta che l’avversario è più debole e può combatterlo, adotterà la tecnica di combattimento, altrimenti fuggirà. Se queste due risposte non sono eseguibili, si immobilizzerà deliberatamente per salvarsi.

 

gatto-pauroso-6-800x400

2. La paura: un'emozione

gatto-pauroso-2-300x180

Le emozioni non sono solo sentimenti o stati mentali, ma sono accompagnate da cambiamenti fisiologici e comportamentali che sono parte integrante di esse.

Sono vissute o espresse a tre livelli diversi, ma strettamente correlati: mentale o psicologico, neurofisiologico e comportamentale.

Questi tre aspetti complementari sono presenti anche nelle emozioni più elementari, come la paura. Quest’ultima è uno stato motivazionale generato da stimoli specifici che danno origine a comportamenti difensivi o di fuga.

Il gatto può imparare a temere situazioni in cui è stato precedentemente esposto che gli hanno causato dolore o stress e successivamente mostrare comportamenti di evitamento quando si ritrova nella stessa situazione.

I cuccioli possono mostrare una reazione di paura innata al rumore improvviso o ai disturbi dell’ambiente, ma si abituano rapidamente a loro. Quando sono abituati a un ambiente familiare, può svilupparsi una paura della novità.

La paura dei gatti potrebbe essere paragonata a come, a volte, saltiamo o urliamo dopo esserci voltati e abbiamo visto qualcuno dietro di noi che non ci aspettavamo.

Ma anche se di solito alla fine ci ridiamo su, dopo che l’adrenalina si è spenta, è decisamente sconsigliato sottoporre il gatto alla stessa inquietante esperienza, specialmente quando mangia, dorme o espleta i suoi bisogni fisiologici.

Spaventare il gatto - ad esempio ingannandolo nel pensare che un predatore si trovi nelle vicinanze - può causare un forte stress, oltre al rischio di ferirsi o rompere qualcosa, mentre cerca di fuggire.

Se questo atteggiamento viene adottato di frequente, può anche condurlo a uno stress cronico. Il gatto non si sentirà più al sicuro in casa o con te.

Per gli incidenti ripetuti c’è, infatti, un’alta probabilità che il micio sviluppi una paura generalizzata a tutto ciò che circonda il luogo in cui si era svolto l’evento pauroso.

 

gatto-pauroso-1-800x400

3. Come riconoscere la paura nel gatto?

gatto-pauroso-3-300x180

- I normali comportamenti di risposta alla paura includono:

Espressioni facciali e posturali, ad esempio, piloerezione, pupille dilatate, rigidità muscolare;
Tremore muscolare;
Minaccia / aggressione diretta verso lo stimolo;
Potrebbero esserci minzione o defecazione incontrollate.

 

- Gli effetti della paura, invece, hanno dei segni tipici:

Il gatto è ritirato, riservato e tende a nascondersi;
Una diminuzione dell’interesse per il gioco sociale e con oggetti;
Riluttanza ad attraversare spazi aperti (ad esempio, evitando di uscire o di attraversare una stanza);
Nascondersi sotto gli oggetti o arrampicarsi in luoghi inaccessibili;
Evitare il contatto con persone familiari e altri animali;
Risposta alla fuga a una bassa soglia.

 

gatto-pauroso-8-800x400

4. Effetti dannosi

gatto-pauroso-4-300x180

Anche se la paura è una tecnica che aiuta a far fronte a certe situazioni e funziona come una protezione, la sua presenza costante ed eccessiva può portare a effetti dannosi, annullando così il suo scopo adattivo.

Il gatto, in questo modo, può soffrire di stress prolungato e diventare tanto spaventato da vivere in uno stato di ansia costante.

Ciò può causare problemi comportamentali, come l’eliminazione fuori dalla lettiera, o azioni distruttive e aggressive.

La paura, infatti, è un’esperienza normale, che consente all’individuo di adattarsi in una determinata situazione, ma, se si evolve in paura fobica, diventa intensa, anormale e disadattiva.

Porta a una riduzione della capacità dell’animale di far fronte ed eseguire comportamenti normali. La paura fobica è più intensa e più duratura di quella normale.

Il gatto reagisce con un alto livello di paura anche di fronte a stimoli di basso livello, per cui impiega molto tempo a riprendersi.

Le paure fobiche non si estinguono naturalmente con l’esposizione ripetuta e, infatti, tendono a peggiorare nel tempo.

I gatti mostreranno l’evitamento assoluto di qualsiasi situazione in cui la paura è stata precedentemente sperimentata, impegnandosi anche in risposte di fuga estreme.

 

gatto-pauroso-5-800x400

5. Come introdurre nuovi oggetti nell'ambiente

gatto-pauroso-5-300x180

Tutto quello che abbiamo detto finora non significa che non è possibile introdurre nuovi oggetti in casa, ma quando lo facciamo, lasciamo che Micio osservi e ispezioni questi oggetti sconosciuti alle sue condizioni.

La maggior parte delle volte le persone cercano di mostrare al gatto che qualcosa di cui ha paura non è così spaventoso, ma in questo modo stanno inavvertitamente rischiando di rendere il gatto ancora più spaventato, perché lo costringono a interagire con qualcosa che lo intimorisce.

È sempre meglio lasciare l’oggetto a sua disposizione dandogli la piena libertà di esplorarlo e avvicinarsi come e quando desidera.

Col passare del tempo, l’oggetto inizierà ad avere un odore familiare e il gatto si rilasserà gradualmente.

Possiamo anche aiutarlo associando una ricompensa gustosa quando Micio si trova nei pressi del nuovo oggetto e man mano che vi si avvicina. In questo modo creeremo una percezione positiva di quell’oggetto.

 

gatto-pauroso-2-800x400




Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici su Facebook
Hai qualche idea per un articolo su BEST5? Vai alla pagina dei suggerimenti e libera la tua fantasia!