Le più belle spiagge della Sicilia

Le più belle spiagge della Sicilia1-800x400
   
    

Le più belle spiagge della Sicilia BEST5.IT 2016-12-03 21:50:05
User Rating: 5 (2 votes)

La Sicilia è una di quelle mete turistiche in grado di mettere tutti d’accordo.

Chiunque la visiti almeno una volta nella vita ne rimane irrimediabilmente incantato e non può che parlarne bene spendendo parole al miele.

Se avete visitato città meravigliose come Palermo, Siracusa o Catania, conserverete senza alcun dubbio il ricordo di una esperienza unica e indimenticabile.

La Sicilia, perla posta esattamente al centro del mondo, presenta una quantità smisurata di caratteristiche che la rendono tra le regioni italiane più ricche dal punto di vista storico e culturale.

E’ una meta ideale per una vacanza estiva come meta di un viaggio estivo per ben 5 motivi:
­

  • ATMOSFERA: ovunque decidiate di soggiornare, non solo verrete letteralmente sovrastati dai colori e sapori di questa magica terra, sarete inoltre accolti come parenti o amici da chiunque. Sarà anche un luogo comune, ma è proprio vero che un certo tipo di accoglienza la si può riscontrare solo nele regioni meridionali.
    ­
  • CLIMA: inutile negare che il clima è davvero favoloso, uno dei motivi principali che spinge i turisti provenienti dalle regioni settentrionali italiane o dal centro Europa, a recarsi in Sicilia. Aspettatevi giornate luminose e soleggiate con temperature sempre oltre i 30 gradi, ideali per attività all’aria aperta o per un bel bagno al mare.
    ­
  • CIBO: il cibo tipico della tradizione culinaria siciliana merita una speciale menzione. Che vi troviate nei territori della costa occidentale, nell’estrema punta nord­orientale dello stretto di Messina o nelle acque ragusane rivolti verso le coste africane, la buona cucina sarà sempre una costante. Dalle arancine allo sfincione, passando naturalmente per le panelle e le stigghiole: qui avrete modo di assaggiare specialità fantastiche che difficilmente riuscirete a dimenticare.
    ­
  • PATRIMONIO ARTISTICO: la ricchezza del patrimonio artistico costituisce un’altra importante risorsa per l’intero territorio. Avrete modo di ammirare importanti testimonianze archeologiche delle dominazioni Arabe, Greche e Fenicie, ed ancora preziose dimostrazioni artistiche di epoca barocca e medievale.
    ­
  • SPIAGGE: acqua cristallina che si infrange sulle frastagliate coste, nelle quali si celano incredibili cale e grotte. Le spiagge siciliane sono tutte bellissime, alcune particolarmente riservate, ottime per chi è in cerca di relax; altre affollate da giovani provenienti da ogni angolo del mondo, perfette per una vacanza all’insegna del divertimento.
    Proprio le spiagge rappresentano una delle puculiarità principali di questa isola e sono obiettivamente riconosciute tra le più belle non solo in Italia ma addirittura nel mondo intero.
LEGGI  5 bizzarre attrazioni turistiche

 

Oggi vi portiamo alla scoperta delle spiagge siciliane più belle, capaci di lasciare una traccia indelebile nel cuore di chi le visita: ecco le 5 spiagge migliori…

1. Spiaggia dei Conigli a Lampedusa

Spiaggia dei Conigli-300x180

La regina delle spiagge siciliane: la Spiaggia dei Conigli.

Si trova a Lampedusa, esattamente di fronte all'omonima isola distante pochi chilometri.

E' situata sul versante meridionale dell'isola ed è tra le più celebri del Mediterraneo grazie alle tartarughe che qui scelgono di riprodursi.

Negli anni scorsi si è aggiudicata la prima piazza nella Classifica delle 10 Migliori Spiagge del Mondo stilata dal blog Travel365, battendo mete caraibiche che rappresentano l'Eden nell'immaginario colettivo.

La spiaggia si trova nell’area marina protetta ed è raggiungibile via terra, scendendo dal sentiero sistemato da un progetto della riserva.

La vegetazione sembra richiamare quella africana, scarsa e incastonata tra costoni di roccia su cui è presente la macchia mediterranea. Di fronte alla spiaggia si vede l’isolotto dei Conigli, che non è possibile visitare.

La vista è magnifica e l’acqua ha una bellezza straordinaria per via del suo colore che crea un arcobaleno con tutte le possibili sfumature del turchese.

Il fondale della spiaggia è basso ed assai favorevole alla balneazione di tutta comodità e sicurezza: per immergersi completamente è necessario andare oltre 100 metri dalla riva.

Chi ha avuto la fortuna di visitarla più volte, sarà concorde con me nel riconoscere la straordinaria bellezza del paesaggio, capace di commuovere turisti e viaggiatori appassionati.

Questa perla bellissima può essere raggiunta con estrema facilità grazie al servizio bus che collega tutte le spiagge dell'isola.

Per far convivere l'evento della deposizione delle uova da parte delle tartarughe Caretta caretta con la fruizione turistica della spiaggia, il sito è interdetto nelle ore notturne ed è sorvegliato in continuazione dall'ente gestore della Riserva, che impone orari d'ingresso ed uscita.

2. Cala Rossa a Favignana

Cala Rossa a Favignana-300x180

Quando si pensa alle incredibili cale e grotte che si celano nelle frastagliate coste siciliane, viene in mente subito il meraviglioso paesaggio caratteristico di Favignana.

Tra tutte le spiagge presenti nella maggiore delle isole Egadi, una in particolare merita una menzione speciale: Cala Rossa.

Cala Rossa è la località marina più bella e rinomata di Favignana. Situata nel versante nord- orientale dell’isola, si presenta come un ampio anfiteatro roccioso che digrada dolcemente sul mare.

Vi si trova soltanto un piccolo fazzoletto di spiaggia su un lato più occidentale mentre gran parte della cala è contraddistinta da ampi scogli appiattiti.

Cala Rossa è raggiungibile dal paese di Favignana seguendo la strada che costeggia il versante settentrionale dell’isola, fino a un bivio dove un cartello indica la direzione per raggiungere la cala.

Il suo paesaggio è estremamente riconoscibile: si presenta come una sorta di anfiteatro roccioso che digrada dolcemente verso un mare turchese e cristallino incorniciato da scogli di varie dimensioni e forme.

Si tratta della spiaggia più famosa dell'isola (è diventata, quasi, il suo simbolo), caratterizzata da uno scenario stupefacente: mare cristallino con mille gradazioni di azzurro incorniciato fra scogli piatti.

Accedere alla spiaggia non è propriamente semplice, bisogna spostarsi in auto fino ad un determinato punto, per poi procedere a piedi attraverso un sentiero scosceso.

Scala Rossa è anche un posto rilevante da un punto di vista storico: la leggenda racconta che il suo nome deriva dal sangue versato dai Cartaginesi sconfitti dai Romani durante le guerre puniche.

3. Scala Dei Turchi a Realmonte

Scala Dei Turchi a Realmonte-300x180

Tra tutte le spiagge presenti in classifica, Scala dei Turchi offre il panorama più particolare.

Una località spettacolare di rara bellezza, luogo dalle mille suggestioni.

Questa spiaggia di sabbia e roccia, incastrata nella Cala dei Turchi (una cala di tufo), è bagnata da acque che conservano memoria degli sbarchi dei pirati arabi in Sicilia.

La vista è talmente bella da togliere il fiato, grazie alla falesia color avorio che contraddistingue la località. Gli scogli sono in grado di creare un ambientazione splendente grazie all’unione di calcare e argilla, caratterizzati da un bianco intenso che domina tutta la zona del mare.

Provate a salire su di essa a piedi nudi e potrete ammirare dei panorami mozzafiato incontaminati.

Questa parete rocciosa calcarea, che ricorda appunto una scala, era un antico luogo di riparo dei pirati saraceni (turchi per convenzione) ed oggi è una delle location balneari più visitate di tutta la Sicilia.

Recentemente è stata inserita nella classifica delle scogliere più belle del mondo.

La Scala dei Turchi è un luogo noto anche grazie ai romanzi di Andrea Camilleri. Pare infatti che l'immaginario paesino di Vigata, luogo in cui si sviluppano le vicende del Commissario Montalbano, si trovi proprio nei pressi di Realmonte.

Significativo l’abbattimento dell’ecomostro che per 20 anni ha sfregiato la bellezza di questo luogo, avvenuto il 6 giugno 2013.

4. San Vito lo Capo

San Vito LoCapo-300x180

Beh che dire di San Vito lo Capo...

Racchiusa in una piccola baia compresa tra l’incontaminata Riserva naturale dello Zingaro e la Riserva del Monte Cofano, S. Vito è una rinomata località balneare dalle caratteristiche case basse e bianche spesso ricoperte di colorata buganvillea, immersa in un contesto paesaggistico emozionante, dai colori e profumi tipicamente mediterranei.

Il borgo, di tradizione marinara con poco più di 3.000 abitanti, si è sviluppato intorno all’antica fortezza saracena, in seguito trasformata in santuario dedicato a San Vito. Oggi l’attività principale è il turismo.

Tutto il paesino è affascinante oltre ogni modo, e diventa ancora più bello in occasione del Cous cous Fest. Si tratta di un evento internazionale dedicato al cous cous in occasione del quale migliaia di turisti provenienti da tutto il mondo inondano le strade dedicandosi a degustazioni ed attività culturali.

L’aspra bellezza della costa si unisce al richiamo di una spiaggia di sabbia bianchissima affacciata su un mare color turchese. La spiaggia di San Vito, quasi tre chilometri di sabbia dorata, bella da fare invidia ai più rinomati paradisi dei mari del sud.

E' fantastica come poche altre, inoltre il comune si presenta come punto di partenza ideale da cui poter visitare tutte le zone turistiche di rilievo della provincia Trapanese: dalla perla greca Selinunte, con il parco archeologico più grande d'Europa, alle Saline Marsalesi, con la vicina isola di Mothia.

5. Scopello nella riserva dello Zingaro

Scopello nella riserva dello Zingaro-300x180

Poco distante da San Vito si trova un'altra bellissima spiaggia: Scopello (dal Greco Skòpelos: scoglio) nella Riserva Naturale dello Zingaro.

Una rupe rossa che guarda ad Oriente, affacciata sul golfo a pochi chilometri dalla cittadina di Castellammare del Golfo, in provincia di Trapani.

Dal punto di vista ambientale e naturalistico la riserva è quanto di meglio la Sicilia possa offrire. Lo Zingaro è davvero un posto unico al mondo che una volta visitato ti rimane nel cuore per il resto della vita.

Ha una superficie di 1650 ettari, una fascia litoranea di circa 7 Km, formata da una costa rocciosa di calcari del Mesozoico, intercalata da numerose calette e caratterizzata da strapiombanti falesie che da un'altezza massima di 913 mt. (Monte Speziale) portano rapidamente al mare.

Il paesaggio subacqueo è un continuo susseguirsi di colori e forme. Si comincia dalla sponda dove l'impatto del mare si fa tumultuoso e si adorna del Lithophyllum tortuosum un'alga rossa intricatissima e sfrangiata.

Scopello poi è fuori da ogni immaginazione... Si tratta di una stupenda località costiera, frazione del comune di Castellammare del Golfo, famosa per la sua tonnara e per l'omonima spiaggia, il cui paesaggio è impreziosito dalla presenza di stupendi faraglioni.



Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici su Facebook
Hai qualche idea per un articolo su BEST5? Vai alla pagina dei suggerimenti e libera la tua fantasia!