Libri da leggere assolutamente – L’ appuntamento mensile con i libri (Settembre 2014)

Libri da leggere assolutamente 1-800x400
   
    

Libri da leggere assolutamente – L’ appuntamento mensile con i libri (Settembre 2014) BEST5.IT 2016-12-11 13:53:29
User Rating: 4.6 (1 votes)

Per questo mese di Settembre 2014 vi proponiamo le 5 letture che più ci hanno colpito.

Ecco allora i nostri consigli su alcuni libri interessanti e ricordatevi sempre che "Leggere fa bene all'anima" e che "Un uomo che legge ne vale due".

LEGGI  5 prodigi con la "sindrome del savant"

1. "La grande rapina al treno" di Michael Crichton

La grande rapina al treno di Michael Crichton-180x250

Anno 1855. L'Impero Britannico manda al suo esercito impegnato in Crimea 12.000 sterline in lingotti d'oro custoditi in casse a prova di tutto. Le casseforti vengono caricate sul sorvegliatissimo espresso Londra-Parigi. A Parigi, però, ecco la sorpresa: le casseforti sono giunte con i sigilli intatti, ma dentro non c'è oro, solo pallini da caccia. L'incredibile storia del più audace colpo del secolo e del suo geniale ideatore, il ladro gentiluomo Edward Pierce.

Avvincente e ricco di colpi di scena, un grande best seller che ha ispirato un film di successo.

«Michael Crichton ricostruisce la perfetta meccanica della grande rapina, ricreando magnificamente un mondo di prostitute-bambine e ladri organizzati, vicoli malfamati e attività illegali.» (Sergio Perosa)

«Dopo la fantascienza, Michael Crichton ha voluto misurarsi con la cronaca della grande rapina al treno: lo straordinario scrittore di Chicago ha vinto ancora un'altra volta.» («Epoca»)

John Michael Crichton nasce a Chicago il 23 ottobre 1942 da John Henderson Crichton e Zula Miller. Cresciuto nel quartiere di Roslyn, a Long Island, ha due sorelle, Kimberly e Catherine, e un fratello, Douglas, co-autore in uno dei suoi libri. Studia presso la Harvard University di Cambridge (Massachusetts), dove si è diploma nel 1964. Prosegue poi gli studi ottenendo una laurea alla Harvard Medical School nel 1969 in Medicina e Chirurgia.
Già in questi anni scrive i suoi primi romanzi; con un'altezza ben sopra la media (206 centimetri) gli piace scegliere degli pseudonimi che sottolineino questa sua fisicità: è prima John Lange ("Lange" in tedesco significa "persona alta"), poi Jeffrey Hudson (Sir Jeffrey Hudson fu un noto "gigante" alla corte della regina Maria Antonietta di Francia nel '700).
Dopo le prime esperienze professionali di medico, ben presto abbandona la carriera non trovando in questa strada completa realizzazione personale. Continua a scrivere romanzi. Grazie ai soldi guadagnati dalla vendita dei primi libri riesce a realizzare un suo grande desiderio, quello di viaggiare.
Visita così gli angoli più remoti del pianeta ottenendo da questi itinerari grande ispirazione per le trame di quelli che saranno i futuri successi letterari. Tra i suoi più celebri romanzi spicca il best-seller "Jurassic Park", dal quale è stato poi tratto l'omonimo film diretto dall'amico Steven Spielberg.
La carriera di Crichton si estende negli anni anche verso la regia, la sceneggiatura e la produzione cinematografica. E' ad esempio il creatore della celebre serie televisiva "E.R. - Medici in prima linea" (trasmessa in Italia su Rai Due). Tra i suoi film ricordiamo "Il mondo dei robot" (1973), "Coma profondo" (1978), "1885 la prima grande rapina al treno" (1978), "Runaway" (1984), "Il corpo del reato" (1989), "Il tredicesimo guerriero" (1999).
Oltre ai vari record di vendite (si parla di oltre 100 milioni di lettori in tutto il mondo) può vantare anche un alto numero di mogli: ben cinque (Suzanna Childs, Joan Radam, Kathy St. Johns, Anne-Marie Martin - madre della figlia Taylor - e l'ultima Sherri Alexander).
Malato di cancro, la morte ha colto all'improvviso Michael Crichton il giorno 4 novembre 2008. Lo scrittore stava lavorando al quarto episodio della serie Jurassic Park, oltre ad aver in programma la scrittura della sceneggiatura del film "Westword".

2. "Aspettando domani" di Guillaume Musso

Aspettando domani di Guillaume Musso-180x250

Emma ha trent’anni anni e vive a New York. Ogni giorno con passo svelto e leggero si destreggia tra i tavoli di uno dei più prestigiosi ristoranti della città, dove lavora come sommelier consigliando e servendo vini a selezionatissimi clienti. In amore ha dato tanto, forse troppo, a persone che non lo meritavano ma non per questo ha smesso di cercare l’uomo della sua vita. Matthew invece abita a Boston e insegna filosofia all’Università di Harvard.
Ha perduto sua moglie in un terribile incidente e da allora ha cresciuto da solo la figlia di quattro anni. Nella sua vita ha imparato a non dare niente per scontato, soprattutto la felicità. I due si conoscono, per caso, grazie a internet, e iniziano a scriversi via mail, finché un giorno decidono di incontrarsi. Si danno appuntamento in un piccolo ristorante italiano a Manhattan.
Lo stesso giorno alla stessa ora, ognuno dei due varca la porta di quel ristorante. Avvolti dall’atmosfera intima e accogliente del locale, vengono accompagnati allo stesso tavolo ma… non si incroceranno mai. Com’è possibile? Uno scherzo del destino? Vittime di un intrigo ai confini della realtà, Matthew e Emma ben presto si renderanno conto che non si tratta soltanto di un semplice appuntamento mancato…

Guillaume Musso è nato nel 1974 ad Antibes. Figlio di una bibliotecaria, che gli ha trasmesso l'amore per i libri, già a dieci anni sognava di diventare scrittore. Sogno che si è avverato alla pubblicazione del suo primo romanzo L'uomo che credeva di non avere più tempo (Sonzogno, 2005), un grande bestseller internazionale. Oggi Musso è diventato in Francia l'autore più venduto in assoluto. I suoi libri sono tradotti in trentatré Paesi e hanno venduto più di tredici milioni di copie. 

3. "Negli occhi dell'assassino" di Belinda Bauer

Negli occhi dell'assassino di Belinda Bauer -180x250

Dopo il successo di Blacklands continua l’avvincente saga dell’Exmoor. Belinda Bauer ritorna all’oscura brughiera inglese con un nuovo, fulminante thriller psicologico.
Due delitti inspiegabili colpiscono le persone più inermi della piccola comunità di Shipcott, abbarbicata sulle colline che sovrastano l'Exmoor. È un gennaio particolarmente rigido, e il villaggio è isolato dal resto del mondo.
Lì, dove tutti si conoscono e nessun forestiero può passare inosservato, qualcuno ha deciso di eliminare chi non è in grado di difendersi. Jonas Holly, il poliziotto del paese alle prese con il suo primo caso di omicidio, non sa che pesci pigliare.
Come può un estraneo girare per le sue strade inosservato e colpire senza lasciare tracce? Ma l'assassino non si ferma. E mentre Jonas dà la caccia a un'ombra inafferrabile, chi veglierà su sua moglie Lucy, vittima ideale costretta su una sedia a rotelle? In un piccolo villaggio isolato, sepolto dalla neve, le frontiere sfumano rapidamente.

Belinda Bauer , nata in Gran Bretagna, ha vissuto in Sudafrica e negli Stati Uniti, prima di stabilirsi nel Galles. Ha lavorato come giornalista e sceneggiatrice per cinema e tv. Blacklands è il suo primo romanzo, già venduto in 22 paesi, vincitore del Gold Dagger 2010, selezionato come Exceptional Debut da «Publisher’s Weekly» e «Bookseller», tra i 10 titoli imperdibili di tv Book Club nel 2010.

4. "La rivoluzione della luna" di Andrea Camilleri

La rivoluzione della luna di Andrea Camilleri -180x250

Camilleri con questo romanzo rende omaggio alla donna, riconoscendole straordinarie doti di coraggio e intelligenza. E sembra quasi suggerire l’importanza di un suo ruolo centrale nella politica dove le eccezionali capacità possono tradursi in una concreta azione di cambiamento.
«Anche se solo per ventisette giorni, a partire dal 16 aprile 1677 la Sicilia vivrà l’esperienza di essere governata da una donna, la Viceregina donna Eleonora de Moura, vedova del Viceré Aniello de Gusman marchese di Castel Roderigo, il quale in punto di morte nomina suo successore la giovane moglie».
Questa la notizia storica nella quale Camilleri si è imbattuto, appassionandosi alla figura di donna Eleonora, che assolse al suo compito con eccezionali capacità e senso dello stato. Era una donna intelligente e indipendente e dei giorni in cui rimase alla guida della Sicilia approfittò per varare dei provvedimenti clamorosi: la riduzione del prezzo del pane, la creazione del magistrato del commercio, l’alleggerimento delle tasse per chi aveva una famiglia numerosa.
Rivoluzionarie furono le misure a favore delle donne: rimise in piedi il conservatorio delle vergini pericolanti e quello delle «repentite», ex prostitute che volevano cambiare vita, creando anche una dote regia per le ragazze di famiglia povera che si sposavano. Un simile atteggiamento non poteva che scontrarsi con gli interessi locali e con il potere della Chiesa che sentiva minacciata la propria supremazia.
Ma il fatto storico è solo il punto di partenza per Camilleri che costruisce attorno alla figura della Viceregina un romanzo pieno di suspense. Ci ritroviamo così immersi nel clima della Palermo del 1676, città decimata dalla miseria e dalla carestia, teatro di feroci rivolte contro la corona. «Questo regno non riconosce né Dio né la Vostra Maestà, - aveva scritto il Viceré D’Ossuna al re di Spagna agli inizi del secolo - tutto si vende per denaro, comprese le vite e i beni del povero, e persino la Giustizia».
Così tra intrighi di palazzo, tentativi di delegittimare la Viceregina, delitti che si consumano nel parco della Favorita, passaggi segreti nel Palazzo Reale, tradimenti e corruzioni, si dipana il romanzo. Sono soprattutto i potenti feudatari, il vescovo della città e il Tribunale del Santo Uffizio a tramare, trovando alla fine un appiglio giuridico che segnerà la fine di quella brevissima stagione e costringendo il re di Spagna a richiamare in patria donna Eleonora.
Con il suo allontanamento da Palermo, finisce quel momento rivoluzionario durato il tempo di un ciclo lunare. 

Andrea Camilleri (Porto Empedocle, 1925), regista di teatro, televisione, radio e sceneggiatore. Ha insegnato regia presso l’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica. Ha pubblicato numerosi saggi sullo spettacolo e il volume, I teatri stabili in Italia (1898-1918). Il suo primo romanzo, Il corso delle cose, del 1978, è stato trasmesso in tre puntate dalla TV col titolo La mano sugli occhi.
Con questa casa editrice ha pubblicato: La strage dimenticata (1984), La stagione della caccia (1992), La bolla di componenda (1993), Il birraio di Preston (1995), Un filo di fumo (1997), Il gioco della mosca (1997), La concessione del telefono (1998), Il corso delle cose (1998), Il re di Girgenti (2001), La presa di Macallè (2003), Privo di titolo (2005), Le pecore e il pastore (2007), Maruzza Musumeci (2007), Il casellante (2008), Il sonaglio (2009), La rizzagliata (2009), Il nipote del Negus (2010, anche in versione audiolibro), Gran Circo Taddei e altre storie di Vigàta (2011), La setta degli angeli (2011), La Regina di Pomerania e altre storie di Vigàta (2012); e inoltre i romanzi con protagonista il commissario Salvo Montalbano: La forma dell'acqua (1994), Il cane di terracotta (1996), Il ladro di merendine (1996), La voce del violino (1997), La gita a Tindari (2000), L'odore della notte (2001), Il giro di boa (2003), La pazienza del ragno (2004), La luna di carta (2005), La vampa d'agosto (2006), Le ali della sfinge (2006), La pista di sabbia (2007), Il campo del vasaio (2008), L'età del dubbio (2008), La danza del gabbiano (2009), La caccia al tesoro (2010), Il sorriso di Angelica (2010), Il gioco degli specchi (2011), Una lama di luce (2012), Una voce di notte (2012). Premio Campiello 2011 alla Carriera, Premio Chandler 2011 alla Carriera.

5. "Assassino senza volto. Le inchieste del commissario Wallander" di Henning Mankell

Assassino senza volto Le inchieste del commissario Wallander di Henning Mankell-180x250

Una giornata di gennaio, in un paese della Svezia, un contadino scopre che i suoi vicini, una coppia di vecchi contadini, sono stati assaliti e picchiati barbaramente. Incredulo di fronte a tanto sangue, avverte la polizia. Kurt Wallander accorre subito alla chiamata della centrale e quello che vede è peggio di quanto avesse immaginato.
L'uomo è stato torturato e colpito fino alla morte, la donna è ancora viva e anche lei vittima di una violenza senza ragione. Prima di morire sussurra le sue ultime parole: "Straniero, straniero". Basta una fuga di notizie e i cittadini organizzano una caccia all'uomo. Wallander deve arginare la loro determinazione a farsi giustizia da soli, ma presto scoprirà anche che l'uomo ucciso conduceva una doppia vita.

Henning Mankell è l’autore svedese più venduto nel mondo. Vive tra la Svezia e il Mozambico, dove a dirige il teatro Avenida. Di recente, l’ispettore Wallander ha conosciuto ulteriore fama grazie alla serie televisiva prodotta dalla BBC, con Kenneth Branagh protagonista. In Italia, la serie di Wallander, dieci episodi, è interamente pubblicata da Marsilio.
Nel catalogo Marsilio anche i gialli Il ritorno del maestro di danza e Il cinese, i romanzi Scarpe italiane, Comédia infantil, Il figlio del vento, Ricordi di un angelo sporco, e il libro testimonianza Io muoio, ma il ricordo vive. Un’altra batta glia contro l’Aids. Di recente è stata pubblicata anche la biografia Mankell (su) Mankell di Kirsten Jacobsen.
Tra i riconoscimenti internazionali al suo lavoro: The Academy of Swedish Crime Writers’ prize per Faceless Killers (1991); Scandinavian Crime Society prize, The Glass key, per Faceless Killers (1991); The Academy of Swedish Crime Writers’ prize per Sidetracked (1995); the British Crime Writers’ Association prize, the Golden Dagger, per Sidetracked (2001).



Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici su Facebook
Hai qualche idea per un articolo su BEST5? Vai alla pagina dei suggerimenti e libera la tua fantasia!