Tatuaggi Maori: 200 foto tra cui scegliere il vostro tattoo.

Tatuaggi Maori: 200 foto tra cui scegliere il vostro tattoo.
   
    

Tatuaggi Maori: 200 foto tra cui scegliere il vostro tattoo. BEST5.IT 2016-12-07 23:28:08
User Rating: 3.1 (33 votes)

I tatuaggi maori sono uno dei ‘temi’ più utilizzati e più ricercati quando si decide di fare il ‘grande passo’ e farsi un bel tatuaggio. Vediamo di sapere qualcosa di più sulla provenienza culturale dei tattoo maori. Spesso questo tipo di tatuaggi e’ comunemente conosciuto come tatuaggio polinesiano.

I Maori sono un popolo nativo della Polinesia, diffuso nel nord della Nuova Zelanda e il significato originario della parola Maori è letteralmente “ordinario” o “normale”. Secondo le fonti più accreditate, i maori sarebbero giunti in Nuova Zelanda tra il nono e tredicesimo secolo dopo Cristo.

I maori non sapevano forgiare i metalli, non possedevano una lingua scritta e non facevano uso di bevande alcoliche né di sostanze stupefacenti, ma avevano, però, una cultura e una vita spirituale profonde e molto peculiari. Le divinità supreme erano Ranginui (il padre celeste) e Papatuanuku (la madre terra); veneravano poi molti altri dèi della terra, delle foreste e del mare, così come praticavano il culto degli antenati.

Per i Maori l’arte del tatuaggio su gran parte del corpo è un rito molto importante, un passaggio obbligato fin dall’adolescenza ed era praticato da esperti: da quello modesto sul viso delle donne a quello più appariscente sul loro seno, sul labbro superiore e sulle cosce. I tatuaggi sono simbolo di bellezza per le donne e di orgoglio, forza e coraggio per gli uomini, il classico tatuaggio tribale.

Le donne erano escluse dall’effettuare tatuaggi il cui compito era affidato al Thounga te Moko (esperto nell’arte) ed era un’operazione che richiedeva abilità. I Maori elaborarono una forma di tatuaggio molto distante dagli stili preesistenti eseguito secondo regole e cerimoniali molto severi: parliamo del “Moko”, una tecnica che consisteva nel dipingere ed incidere su varie zone cutanee disegni e scene attinenti alla ritualità religiosa.

LEGGI  Il Conte di Saint-Germain: l’alchimista della perpetua giovinezza

Esso è caratterizzato da un disegno facciale simmetrico, che segue in spirali doppie (caso unico nei tatuaggi polinesiani) le linee del viso. Il moko – forse il nome deriva da mo’o che in hawaiano significa “serpenti” – riprende sinuosamente la struttura della faccia mettendone in risalto le fattezze; in altre varianti del “Moko” veniva tatuato tutto il corpo, e comunque ogni componente della popolazione a seconda della classe sociale di appartenenza, al nucleo familiare e alla distinzione soggettiva veniva identificato tramite una particolare tipologia di tatuaggio (se volete dare una occhiata al significato generale dei tatuaggi potete date una occhiata qui)

Il Moko nelle donne viene tatuato sul mento e indica che sono legate ad un guerriero Maori. Per i guerrieri, invece, indica il rango, le imprese e il coraggio in battaglia; alcuni tatuaggi riportano addirittura il numero di persone uccise o dei nemici catturati (i Maori tagliavano la testa al nemico ucciso e la conservavano come trofeo di vittoria).

Nella cultura Maori un ruolo molto importante è rappresentato anche dal Koru, germoglio della felce della Nuova Zelanda; la sua forma di spirale è molto comune nei tatuaggi e simboleggia pace e rinascita spirituale. I simboli maori, hanno quindi una grande rilevanza culturale in questi popoli con una storia millenaria.

Oggi i maori rappresentano il 14% circa della popolazione neozelandese e sono concentrati principalmente nella North Island. Negli ultimi decenni il governo del paese ha messo in atto diverse iniziative per proteggere e tutelare la cultura maori. Siedono, con quattro rappresentanti, al Parlamento di Wellington (eletti per tre anni) con funzioni legislative.

Dal 1999, il tatuaggio è riconosciuto ufficialmente come forma d’arte e patrimonio nazionale, ma la sua scienza si è affievolita e, sotto certi aspetti, è quasi finita. 

LEGGI  I 5 peggiori rimpianti delle persone comuni

Dopo questa piccola parentesi culturale, vi proponiamo 200 foto dalle quali trarre ispirazione per scegliere il vostro unico tattoo!

 

NOTA: se volete dare una occhiata ad altri tipi di tatuaggio (che non siano solo Maori), date una occhiata a questo nostro articolo sui tatuaggi di piccola dimensione (con anche un altra sezione di tattoo maori).

 

TAGS: maori tattoos | tatuaggi braccio uomo | tattoo braccio uomo | tattoo gambatatuaggi spalla uomo | tatuaggi guerriero | simboli maori | tribale tattoo

1. Tatuaggi Maori - Parte 1

2. Tatuaggi Maori - Parte 2

3. Tatuaggi Maori - Parte 3

4. Tatuaggi Maori - Parte 4

5. Tatuaggi Maori - Parte 5



Note

Ecco alcuni articolo scelti in rete dove si parla di tatuaggi maori:

 

Altri articoli su BEST5 dove si parla di tatuaggi:

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici su Facebook
Hai qualche idea per un articolo su BEST5? Vai alla pagina dei suggerimenti e libera la tua fantasia!