Vacanze con pochi euro: 5 modi per risparmiare

Vacanze con pochi euro2-800x400
   
    

Vacanze con pochi euro: 5 modi per risparmiare BEST5.IT 2016-12-05 08:35:14
User Rating: 4.6 (1 votes)

La peggior crisi economica degli ultimi cento anni ha ridotto il reddito disponibile un po’ per tutti e quando si deve “tirare la cinghia” le spese voluttuarie, a cominciare da quelle per i viaggi e le vacanze, necessariamente si riducono.

In realtà, informandosi e organizzandosi si può viaggiare ugualmente, semplicemente spendendo meno, per esempio, per il trasporto o per l’alloggio le due voci di spesa più rilevanti per qualunque vacanziere.

Oggi cercheremo di fornire una serie di suggerimenti, di “dritte” e di informazioni, di indirizzi e di siti web che consentono a chiunque, sia che viaggi da solo o con la famiglia, sia che scelga il viaggio organizzato o che si muova autonomamente, sia che parta per un fine settimana o per una vacanza lunga, sia che si muova per lavoro o per diletto, di risparmiare e quindi, in sostanza, di potersi permettere più cose anche con meno soldi.

Vediamo allora 5 modi per risparmiare.

LEGGI  5 isole greche meravigliose e poco conosciute

1. Risparmiare sui pacchetti vacanza

Risparmiare sui pacchetti vacanza-300x180

Le due regole da ricordare per risparmiare sui viaggi, anche sui pacchetti vacanza è quella di prenotare con largo anticipo (il cosiddetto advance booking), oppure di prenotare all’ultimo minuto (il famoso last minute).

Ovviamente la prenotazione con largo anticipo è possibile quando volete andare in un luogo preciso e siete sicuri di poterci andare in un determinato periodo.

La formula del last minute si adatta meglio a chi invece non ha idee precise e quindi è disponibile a cambiare meta anche all’ultimo minuto qualora non vi fossero offerte interessanti per la località da lui prescelta.

L’advance booking consente di risparmiare perché dà ai tour operator e alle compagnie aeree garanzie di vendita e quindi li agevola nell’organizzazione del loro lavoro, e a fronte di questa agevolazione sono disponibili a concedere sconti.

Anche il last minute consente di ottenere sconti significativi, perché se quel viaggio resta scoperto per l’operatore turistico, che acquista i pacchetti in quantità, rappresenta comunque un mancato guadagno, per cui si preferisce vendere, sia pur a prezzi scontati.

I last minute: 
Ci sono numerosi siti nei quali andare alla ricerca di viaggi last minute e biglietti aerei a prezzi scontati. Segnaliamo di seguito i più importanti e più visitati che hanno anche una gamma di offerte molto vasta.

2. Viaggiare in bassa stagione e viaggiare in gruppo

Viaggiare in bassa stagione-300x180

Un altro modo per viaggiare a prezzi scontati è viaggiare in bassa stagione.

Un po’ in tutti i paesi del mondo esistono prezzi differenti tra bassa e alta stagione, ma il fenomeno in Italia è molto più accentuato anche perché da noi vale la regola di concentrare le vacanze in determinati periodi dell’anno: le feste natalizie, Pasqua, il mese di agosto, e ovviamente, come ci insegna una fondamentale regola dell’economia, quando la domanda di un bene (nel caso specifico la vacanza), aumenta, aumenta di conseguenza il prezzo.

Ora questa abitudine tutta italica è anche determinata dal fatto che le grandi aziende o molte amministrazioni pubbliche preferiscono concentrare le ferie dei loro dipendenti nel mese di agosto per cui si è obbligati ad andare in vacanza in quel periodo.

Ma chi magari non ha di questi vincoli può pensare di andare in vacanza magari a luglio, a giugno o a settembre. Le condizioni climatiche sono generalmente buone e si risparmia rispetto ad agosto anche un buon 20%.

Tra l’altro, per chi abita in una grande città, andare in vacanza in un altro periodo e restare a lavorare a Milano o Roma, per esempio, nel mese di agosto, quando le città sono spopolate, senza traffico, senza la tradizionale difficoltà di parcheggio, senza lo stress che caratterizza la vita quotidiana nelle grandi metropoli, può essere un’idea da non trascurare.

Un altro modo per risparmiare viaggiando è quello proposto dal sito: www.tamtamtrip.com che propone tariffe scontate per “gruppi”.

La filosofia di questa nuova proposta è condensata nel loro slogan: “non più uno che fa parte del gruppo, ma uno con la forza di un gruppo”.

Praticamente il sito www.tamtamtrip.com funge da capogruppo e cercherà per conto degli aderenti, i “tamtamtripper” le migliori offerte per gruppi di viaggiatori sia in Italia che all’estero.

Gli aderenti iscrivendosi poi alle varie offerte formeranno il gruppo che potrà quindi usufruire di una tariffa collettiva più conveniente, pur mantenendo ognuno la propria individualità.

Ma si trovano anche proposte per gruppi organizzati, per chi cioè vuole viaggiare assieme ad altri senza problemi. Un dato importante è la trasparenza dell’offerta.

Chi gestisce il portale presenterà i costi dell’offerta ma sia acconti che saldi verranno pagati direttamente al fornitore dell’offerta. Nel sito si può anche indicare il proprio viaggio preferito.

Un servizio analogo si può trovare sul sito:
www.treeboo.it (https://www.facebook.com/treeboo), un social network che funziona con il concetto dei “gruppi d’acquisto”, cioè sul sito di formano dei gruppi di potenziali viaggiatori che desiderano fare una vacanza in una determinata destinazione e poi come affermano loro stessi: “l’unione fa lo sconto”.

Anche questo è un modo nuovo per viaggiare risparmiando.

3. Organizzarsi il viaggio da soli e condividere per risparmiare

Organizzarsi il viaggio da soli-300x180

Certamente il viaggio organizzato rappresenta una indubbia comodità, tutti i problemi di carattere logistico, amministrativo, burocratico: dai visti, ai trasporti, agli alberghi, alle prenotazioni ecc, vengono risolti dal tour operator che ovviamente e giustamente per questo lavoro si fa pagare.

Quindi organizzandosi le vacanze da soli si risparmiano le intermediazioni delle agenzie di viaggio e dei tour operator.

Bisogna però avere una buona capacità organizzativa, conoscere un po’ le lingue, almeno l’inglese, una certa dimestichezza con internet e un po’ di esperienza soprattutto se si va all’estero.

Tra l’altro questo sistema consente risparmi maggiori nei paesi diciamo “più difficili”.

Poi ovviamente dipende dalle destinazioni, se si vuole fare una vacanza a Sharm El Sheik, non ha senso organizzarsela da soli e difficilmente si riuscirebbe a risparmiare rispetto ai pacchetti all inclusive proposti da tour operator che mandano ogni settimana in quella destinazione migliaia di turisti e che quindi, contando sulla forza del numero, hanno un potere contrattuale nei confronti di compagnie aeree e catene alberghiere che gli consentono di strappare prezzi che il singolo non riuscirebbe mai ad ottenere.

Se invece intendete fare un viaggio negli Stati Uniti, in Scandinavia, in Sudafrica, per esempio, organizzandovi da soli probabilmente riuscirete a risparmiare cifre anche interessanti.

Risparmiare si può ma dovete farvi prima un esame di coscienza e capire che tipo di viaggiatore siete. Se amate poco le sorprese, se gli imprevisti vi mandano facilmente in panico, se di fronte a difficoltà non programmabili vi vengono gli stati d’ansia, questo metodo non fa per voi.

Comunque un sito interessante per chi si vuole organizzare il proprio viaggio e dove si trovano molte utili informazioni sulle destinazioni europee è il seguente, in :  www.bugeurope.com selezionando le varie destinazioni oltre a delle utili guide online si trovano anche informazioni sugli alloggi economici e sui trasporti.

Molti viaggiatori solitari si ritrovano a pagare mediamente di più su alcuni servizi rispetto a chi viaggia in coppia. Per esempio le camere d’albergo per una persona sola costano in proporzione di più di una doppia il cui costo diviso per due risulta alla fine più basso.

Ma anche per risolvere questo genere di situazioni è nato un sito internet il cui motto è: “Why pay for 2 occupancy when traveling solo?” e che ha lo scopo di far incontrare viaggiatori solitari che così possono dividere le spese di una stanza d’albergo.

Ci si iscrive al sito, si pubblica il proprio annuncio con le indicazioni del proprio viaggio, oppure si può cercare sugli annunci pubblicati da altri se si trova qualcosa che coincida con le proprie esigenze.

Con questo metodo magari si possono conoscere anche persone interessanti!! “Il sito è:  www.easynet.com

4. Le tessere sconto

Le tessere sconto-300x180

Fra le altre opportunità che permettono a diverse categorie, per esempio ai giovani o agli anziani, di risparmiare viaggiando, esistono delle tessere emesse da diverse associazioni, che danno il diritto a sconti e agevolazioni attraverso delle convenzioni stipulate con negozi, trasporti, campeggi, alberghi, ecc.

Alcuni esempi sono le seguenti:

  • La “Carta Giovani” Europea (nella foto accanto) è personale e nominativa e può essere richiesta da tutti i giovani che hanno tra 14 e 30 anni. È valida in Italia e in 38 paesi in Europa e permette di usufruire di sconti e agevolazioni per cinema, musei, trasporti pubblici e attività sportive. Sono 60.000 i punti convenzionati in Italia e all’estero. La quota d’iscrizione è di 10 euro. Si può richiedere su: www.cartagiovani.it
  •  La Isic Card, la Carta Internazionale dello Studente è l’unico documento che prova internazionalmente lo status di studente a tempo pieno, è rilasciata gratuitamente al momento dell’iscrizione al Cts (Centro Turistico Studentesco) a tutti gli studenti che ne fanno richiesta. Permette a tutti i suoi titolari di godere, in ben 130 paesi di tutto il mondo, di una rete diffusissima di sconti e agevolazioni. Può essere acquistata anche singolarmente versando la quota associativa di 10 euro su www.isic.org
  •  La tessera Camping Card International (CCI), dà diritto a sconti fino al 25% sui prezzi di oltre 2.500 campeggi in tutta Europa oltre a garantire un’assicurazione per la responsabilità civile nel campeggio in cui si soggiorna.
    www.campingcardinternational.com/it
  • La tessera Rail Plus che consente di avere sconti sui treni internazionali viene venduta nelle biglietterie delle stazioni ferroviarie e nelle Agenzie di viaggio autorizzate in combinazione con:
    - La Carta Verde per i giovani tra i 12 e i 26 anni e costa 40 Euro.
    - La Carta d’Argento per chi ha compiuto i 60 anni e costa 30 Euro.
    Per acquistarla occorre esibire un documento d’identità valido per certificare l’età anagrafica. La durata della carta (sia la Verde che quella d’Argento) è di un anno, è nominativa, non cedibile e va presentata assieme a un documento d’identità ogni volta che il personale ferroviario lo richieda. Non è rimborsabile e non è sostituibile.
    Consentono di avere sconti del 25% sul prezzo dei biglietti internazionali, generalmente le rotte europee, sia in 1° che in 2° classe.
    In alcuni paesi europei può essere richiesta anche dagli adulti, chi ha cioè da 26 e 60 anni.
    Per informazioni sui costi e le modalità di utilizzo ci si può rivolgere a Trenitalia.
    www.trenitalia.com

5. Lavorare per viaggiare ovvero le vacanze lavoro

Lavorare per viaggiare-300x180

Un modo per viaggiare spendendo poco è anche quello di trovare da lavorare nei luoghi o nei paesi che si intende visitare.

Le formule sono diverse si va da quello classico delle vacanze alla pari, praticamente ci si impiega per un certo periodo presso una famiglia dove in cambio di vitto e alloggio si forniscono servizi di baby sitter e altri lavoretti domestici, come le pulizie, l’andare a far la spesa o badare al giardino o agli animali domestici.

Ma ci possono essere anche agriturismi o country house che offrono l’alloggio in cambio di alcuni lavoretti come ridipingere oppure lavori nei campi o di cura degli animali, oppure si chiede di decorare alcuni ambienti (nel qual caso occorrono doti e capacità artistiche), oppure di sviluppare e gestire il sito internet (nel qual caso si richiedono competenze informatiche).

  • Anche per queste tipologie ci sono siti di riferimento:
    www.wwoof.it
    l’acronimo sta per World Wide Opportunities on Organica Farms.
  • C’è anche il sito di Help Exchange che aiuta a trovare alloggio gratis in cambio di alcuni lavoretti:
    www.helpx.net

 

Un’altra formula è quella di partecipare a un campo lavoro. Ne vengono allestiti un’infinità da Onlus, Associazioni, Enti, un po’ in tutte le parti del mondo e si può scegliere dai campi lavoro per sostenere un progetto umanitario a quelli di carattere naturalistico a quelli archeologici.

Un’altra modalità è quella di trovare impiego nel settore turistico o dell’entertainement all’estero per un certo periodo, si va da coloro che vanno a lavorare in qualche parco giochi, sulle navi da crociera, nei villaggi turistici, a coloro che magari si dedicano all’insegnamento della vela, del windsurf, dello sci, ecc. sino a chi magari cerca impiego come cameriere, barman, dj in qualche ristorante o locale.

Queste modalità di viaggio sono particolarmente indicate per gli studenti che hanno voglia o intenzione di imparare una lingua, ma pochi soldi per pagarsi soggiorni prolungati all’estero.

Ovviamente queste esperienze richiedono un tempo di permanenza medio-lungo e, cosa da non sottovalutare, la voglia di lavorare e darsi da fare!!!

Alcuni riferimenti interesanti sono i seguenti: 

  • www.summerjobs.com
    come dice il nome stesso un sito per trovare lavori estivi in molti paesi del mondo.
  • Un sito molto interessante per chi cerca queste possibilità, è il seguente:
    www.travelmama.it
    dove si trovano opportunità di lavoro all’estero, lavoro alla pari, e altro ancora.

 

Altri siti dove si possono ricercare questo tipo di soluzioni sono i seguenti: 

 

Per cercare campi di lavoro sia in Italia che all’estero si possono contattare associazioni ambientaliste e culturali come per esempio:

 

C’è anche:
www.lunaria.org
legata all’ARCI che organizza campi lavoro internazionali.

Oppure associazioni come:
 www.modenaterzomondo.org
che organizza campi lavoro prevalentemente in Brasile in progetti che riguardano i bambini.

Interessante anche il sito:
 www.vagabondo.net, che è il sito dei viaggiatori indipendenti, di chi si organizza la vacanza da solo dove si trovano consigli e informazioni utili di vario genere, tra l’altro anche per ciò che riguarda i campi di lavoro all’estero.

Anche nel sito dell’associazione di volontariato Oikos:
 www.oikos.org, si trova una interessante sezione dedicata al volontariato e alle vacanze lavoro in Italia e nel mondo.

Chi invece volesse lavorare nel settore turistico facendo l’animatore o altro può consultare i seguenti siti:



Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici su Facebook
Hai qualche idea per un articolo su BEST5? Vai alla pagina dei suggerimenti e libera la tua fantasia!